L’UOMO che rimane nel BUIO è destinato a non crescere mai

Vai ai contenuti

L’UOMO che rimane nel BUIO è destinato a non crescere mai

Cittadellinfanzia
Pubblicato da Suahìm Alkalema in SALUTE E BENESSERE · 4 Settembre 2021
Tags: luceignoranzaconoscenza
Dal Libro Viola – Capitolo VII
PRIMA PARTE

Approfondiamo il concetto di Resistenza e di Luce sia fisica che "Spirituale".
<<Benvenuto all'altare del Sole Sacro. Tale Sole è immensamente potente e disperde generosamente i propri raggi su tutte le varie forme della creazione senza fare distinzioni. Questa è la sede della Chiarezza e dell'Amore incondizionato. La Chiarezza è una condizione in cui le nubi del caos interiore dell'essere, si aprono e si fanno da parte per permettere l'ingresso della Luce di questo Sole così come avviene sul pianeta terra nelle giornate soleggiate. Come diventa difficile contemplare la magnificenza di un bel paesaggio in una giornata buia, nebbiosa e nuvolosa, e come diventa facile, in tale condizione, perdere la via ritrovandosi smarriti e impauriti>>.
Così come quando il cielo è coperto dalle nuvole, ma il sole continua a trasmettere i suoi raggi, allo stesso modo l'essere umano, per quanto possa essere "ottenebrato" dalle illusioni, è costantemente illuminato dalla Grazia Divina (o dal suo Se Superiore, ognuno intenda come meglio crede). Quando tale luce penetra nell'essere a fatica, è più facile smarrirsi e agire per ignoranza. Quando tale luce arriva direttamente, l'essere diviene calmo e Saggio poiché questa luce illumina e sparge le oscure nubi dell'ignoranza.
<<Voi potete restare attoniti davanti alla bellezza grazie alla luce del sole che ne esalta e ne amplifica l'armonia di campi e forme. Non c'è miglior cosmetico di bellezza che possa superare l'efficacia della luce del sole. Attraverso i suoi raggi, tutto diventa più chiaro e i vostri occhi possono distinguere le varie forme>>.
La luce del sole planetario permette il proliferare della vita. I semi si schiudono nell'oscurità, ma una volta germogliati, necessitano della luce per poter diventare alberi forti e sani. L'essere che non si espone ai raggi del Sole Spirituale (l'intelletto sublime, l'emanazione Divina ecc...) resta un germoglio e non si permette di crescere diventando forte e sano. Gli esseri che restano alla luce del Sole Spirituale appaiono belli e raggianti così come quelli che restano alla luce del sole planetario, divengono abbronzati.
<<Questo è quello che succede nel mondo palese, in quello che chiamate mondo materiale. Tale fenomeno, tuttavia, non si ferma solo in superficie, ma penetra fino nelle profondità abissali dell'essere. Ma prima di addentrarci in questo viaggio, lasciaci spiegare cos'è la Luce così come Tu la vedi con i tuoi occhi transitori.
Il Sole planetario emette le proprie radiazioni luminose, ma come ben è noto, lo spazio circostante è comunque oscuro. Nello spazio è sempre notte, il Nero e il Vuoto propagano la luce ma non si lasciano "Illuminare". I Raggi del Sole planetario arrivano a colpire i vari corpi celesti illuminandoli e tali corpi, a differenza dello Spazio, assorbono la Luce e la riflettono attorno. La Luce colpisce i gas che circondano il pianeta terra generando i colori tipici del Cielo e in più ogni forma riceve e assorbe tale luce riflettendola all'esterno>>.



L'attrito permette alla luce di essere visibile, infatti se prendessimo un raggio laser e lo proiettassimo su una superficie, si riuscirebbe a distinguere solo il punto in cui questo raggio impatta su una superficie, mentre tutto il percorso del raggio non sarebbe possibile vederlo. L'unico modo per vedere la linea di luce del laser e sollevare della polvere che generi "attrito" rifrangendo il fascio luminoso.
<<Qual è dunque la causa che porta i vari corpi ad "Assorbire" e a riflettere la luce? Tale causa è la Resistenza. Lo spazio non fa alcuna resistenza ma si limita solo a trasmettere. Le forme, i corpi, invece, resistono e generano un attrito causando quel fenomeno chiamato Luce.
Osserva come una meteora che è essenzialmente una roccia, entrando a contatto con l'atmosfera terrestre, inizia cadere verso il pianeta Terra e soffrendo dell'attrito causato dall'aria e dai vari gas, la sua superficie diventa incandescente fino a divenire abbacinante. Lo stesso accade per le stelle candenti... rocce che facendo attrito con l'atmosfera, si infiammano e producono Luce, ma anche per gli Esseri che passano dure prove e difficoltà fino a divenire degli illuminati>>.
Più aumenta l'attrito più il bagliore diventa forte. Più un Essere genera attrito opponendo al movimento discendente dei Vizi, quello ascendente delle Virtù, più aumenta la Luce. Ma occorre che ci siano sempre due forze e una delle due deve essere più debole dell'altra, altrimenti si genera un equilibrio statico arrestando l'attrito. La natura umana è tendenzialmente Viziosa, quindi il vizio è potenzialmente più sviluppato, pertanto basta opporre anche poche virtù per generare Luce nell'essere. Tuttavia ci sono Esseri che hanno maggiori virtù alle quali si oppongono pochi vizi, ma il risultato è il medesimo. Ovviamente il tipo di luce varia a seconda se predominano i vizi o le virtù, in entrambi i casi si ha un atteggiamento evolutivo.
<<Le lampadine a incandescenza funzionano grazie ad una "Resistenza" che altro non è che un filo conduttore arrotolato in un certo modo, che rende il passaggio della corrente più "difficoltoso" causando un aumento della temperatura con conseguente emissione di Luce.
Questo principio è anche una chiave per la procreazione. I genitali fanno resistenza tra loro generando un aumento di temperatura e una stimolazione che porta all'emissione dei vari fluidi sessuali.
Molte cose funzionano e si basano sul principio della Resistenza, anche la forza di gravità ne ha a che fare. Tale forza vi trattiene verso il basso e lotta con una forza che vi spingerebbe verso l'alto. In tutto questo gli Esseri e le forme, si trovano nel mezzo e rappresentano la Resistenza.>>
Le forme si sviluppano in altezza e con una certa armonia, proprio grazie all'opposizione tra il movimento discendente ed accentratore della Gravità (simile ad un risucchio che comprime tutto) e quello ascendente ed espansivo dello spazio (simile ad una esplosione che allontana tutto). Le forme resistendo a queste due forze, si sviluppano senza farsi vincere completamente né da un e né dall'altra.
<<Ora prendiamo questi concetti a voi ben noti e portiamoli in un campo più oscuro e sconfinato. Ti sarai sempre chiesto che senso avessero le tue tribolazioni, le varie tentazioni, ma anche i piaceri e le soddisfazioni ecc... Il tuo essere è costantemente attraversato da due energie, quella di Attrazione e quella di Repulsione e fino a quando rimbalzi inconsapevolmente da una parte all'altra, la tua percezione non è chiara e il senso del tutto resta celato nell'oscurità. Avrai notato come, ovunque tu vada, c'è sempre questo dualismo, ma espresso diversamente e con diversi effetti.>>
Il riferimento ai capitoli precedenti, in cui c'è sempre questo concetto di forze opposte che si scontrano producendo effetti.

Maestro di arti marziali energetiche

Continuate a seguire
I pensieri e le parole del cuore...
                                               



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2021
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti