COS’È L’EDUCAZIONE IN AMBITO PEDAGOGICO? - Professionisti online - Città dell'Infanzia

Entra nel sito di cittadellinfanzia
Vai ai contenuti

COS’È L’EDUCAZIONE IN AMBITO PEDAGOGICO?

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in APPRENDIMENTO ·
Tags: educazionespiritualitàmoralità
Educare deriva dal latino e-ducere e significa trarre fuori, condurre, far emergere ciò che di più profondo si cela nell’animo umano. Quindi l’obiettivo del lavoro educativo è, in generale, incoraggiare lo sviluppo delle capacità intellettuali e delle inclinazioni spirituali e morali di una persona, soprattutto dei giovani, in modo assoluto oppure orientandole verso un determinato fine. In questa sede, dunque, con il termine “educazione” non ci si riferisce al significato comune in altre sedi, cioè il bon ton o le regole sociali.                                 
La scienza che, per eccellenza, si occupa di educazione e formazione, ponendo l’uomo al centro del proprio agire, è la pedagogia. Quando si parla di educazione in pedagogia ci si riferisce all’insieme delle competenze che fanno sì che la pedagogia, che è appunto la scienza dell’educazione, sia una scienza complessa che guarda alle diverse esigenze dell’individuo, considerando ogni singolo caso, senza perdere di vista l’approccio olistico alla persona, servendosi di un sistema multidisciplinare. Educazione è una relazione tra due persone, nella maggior parte dei casi di generazioni diverse.

La relazione educativa è una relazione simmetrica in cui educatore ed educando sono sullo stesso piano dei valori, una relazione in cui entrambi si mettono in gioco impegnandosi in una conoscenza e comprensione reciproche.

Educare è insegnare a vivere, ma, per insegnare ciò, bisogna vivere; quindi educazione è anche e soprattutto vita. Solo se si ama la vita e la si vive pienamente, si può educare gli altri ad amarla. Educare a vivere non significa giungere ad una verità certa sulla vita, bensì educare a pensare, a conoscere, a riflettere, a diventare consapevoli, facendo i conti con la propria fragilità di esseri umani e con la fragilità della vita stessa. Educare è guidare l’altro nel trasformare le sue conoscenze e competenze in strumenti utili x affrontare i problemi, per comprendere il mondo.

Dunque educare è anche aiutare ad aprire la mente, per vivere meglio.

Oggi, la sfida degli educatori consiste nel mantenere alto il livello educativo di fronte alla sempre crescente complessità della vita, per coglierne la bellezza, per educare alle emozioni, per sviluppare il pensiero critico e far sì che le persone diventino maggiormente consapevoli. In un mondo sempre più globalizzato, infatti, in cui le diversità si incontrano, non si può più pensare di scollegare le emozioni (tristezza, rabbia, gioia, paura, amore) dalle relazioni e dai contesti in cui si vive.
“L’educazione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo”. Nelson Mandela
Io credo che l’educazione sia il metodo fondamentale del progresso e della riforma sociale(…). Solo per mezzo dell’educazione, la società può tracciare un suo chiaro disegno in vista dell’orientamento verso il quale essa desidera muoversi” . J. Dewey
“L’educazione dell’uomo è un risveglio umano”. Jacques Maritain
Lo scopo dell’educazione è di aiutarti fin dall’infanzia a non imitare nessuno, ma ad essere te stesso in ogni momento”. JidduKrishnamurti
“Educa i bambini e non sarà necessario poi punire gli uomini”. Pitagora
Per poter educare, bisogna amare”. Karol Wojtyla
“Lo scopo ultimo dell’educazione è rendere le persone felici”. D. Ikeda

, Pedagogista - Consulente filosofico, bioetico e pedagogico
Chiedi alla pedagogista di "Psicopedagogia".Leggendo attraverso anima e relazioni.
 
 
 
   
 
 
     



APS Città dell'Infanzia C.F. 92072340729
© Copyright 2014-2018
Torna ai contenuti