PET-THERAPY E SOCIALE - Professionisti online - Città dell'Infanzia

Entra nel sito di cittadellinfanzia
Vai ai contenuti

Menu principale:

L’AMICO A QUATTRO ZAMPE, TOCCASANA PER IL BENESSERE PSICOFISICO DEL BAMBINO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: beneficidivivereconunpetamicipelosetti


Cari lettori, questo mese parleremo dell’importanza e dei benefici di vivere con un cane. Inizierò con il dire che i bambini che crescono con un cane, o con un gatto hanno sicuramente più vantaggi rispetto ad altri, perché il cane insegna...
Per il bambino, l’amico pelosetto affettivamente rappresenta una base sicura, la relazione con il pet stimola la produzione delle endorfine (dette anche ormone del benessere o della felicità), per cui i bambini sono più sereni, tranquilli, riposano meglio: insomma sono più felici!           
Tutto ciò lo sperimento attraverso le attività di pet therapy, nelle meravigliose esperienze di  stimolazione sensoriale che conduco con bambini da zero a tre anni; ho visto, persino, neonati sorridere perché posti in interazione con Baby Girl (un cane golden retriever) che, ogni volta, si approccia a loro con fare delicato, scodinzolando e con una leccatina qua e là...                    
Non appena i loro piedini vengono a contatto con il suo gran musone e il suo morbido pelo, i bimbi sorridono e muovono le gambette, felici di questa interazione. A riprova di ciò constato puntualmente il loro ‘labbruccio tremante’, tipico del momento precedente il pianto, non appena Baby Girl si allontana. Fantastico il mondo della pet therapy!                         
Vivere con un pet sviluppa molte competenze, tra cui la comunicazione non verbale, un vero e proprio contagio emotivo; la postura; la psicomotricità; l’altruismo; la fantasia e  il gioco.
Il bambino si confronta con il cane, amplia i propri orizzonti, comunica, osserva, imita aumentando la capacità di comunicazione e di apprendimento!
Il cane è fondamentale sotto l’aspetto educativo, è il suo vero amico!
Un’entità reale, non un cartone animato, ma un confidente del quale fidarsi, perché egli non rimprovera mai e non giudica. Di solito, quando si vive con un cane, i genitori tendono a portare il pet nei parchi, o ad organizzare delle gite all’aria aperta nei boschi, per permettere al proprio cucciolo d’uomo di vivere meglio, mantenendo il contatto con la natura rispettando la biodiversità. Inoltre, ai bambini verrà insegnato come prendersi cura dell’altro, a rispettare i tempi, favorendo la calma, il riposo, la privacy e le esigenze fondamentali, quali cibo e acqua del suo amico di zampa. Naturalmente tutti questi messaggi passano attraverso un atteggiamento positivo da parte dei genitori, ai fini di un corretto sviluppo del bambino, poiché un bambino che ha paura del cane non avrà un buon rapporto con la natura. I bambini che crescono con il cane saranno più responsabili, poiché attraverso suddette cure parentali, sapranno ben relazionarsi con i diversamente abili, accettando di buon grado la loro diversità. Nel loro amico di zampa sapranno trovare una fonte di conforto, un aiuto psicologico nei momenti difficili (tipo la nascita di un fratellino, un evento triste e altre problematiche da superare). Quando i bambini si ammalano, recuperano più facilmente e prima rispetto ad altri. Precedenti studi hanno dimostrato che la presenza di un pet in casa può sicuramente giovare ai bambini piccoli (da 1 a tre anni), hanno meno probabilità di ammalarsi, di sviluppare asma, infezioni e allergie varie; la continua esposizione con il pet  permette al sistema immunitario di svilupparsi più velocemente (così da evitare l’utilizzo massiccio di antibiotici). I benefici sono tanti, come tanto è il rispetto, la cura e l’amore che dovremmo avere per i nostri amici a 4 zampe. Termino ricordandovi che il cane è un “Soggetto” e come tale va rispettato nella sua alterità, che egli non è un baby sitter, per cui i bambini non andranno mai lasciati soli con loro, non è neanche la panacea di tutti i mali. E giacché il Natale è vicino, dite ai bimbi che il cane non è una richiesta da fare a Babbo Natale… ma un Amico Vero con il quale crescere insieme…


- Equipe Pet Therapy- Operatore Pet Therapy, Operatore in Zooantropologia Didattica , Educatore Cinofilo  

Continuate a seguire “Pet-therapy e Sociale"
L’amore che va oltre...senza parole



L’EMPATIA DEL CANE, UN VERO E PROPRIO CONTAGIO EMOTIVO!

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: canaledellempatiasensazionedipercepireemozionideicani
Il cane ha delle capacità empatiche nei confronti dell’uomo, ovvero comprende il suo stato d’animo. Sente la gioia, l’allegria, persino il dolore....

UN CANE PER MIO FIGLIO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: farepettherapyadottareuncane
La scelta di adottare o di comprare un cane, con la finalità di “far del bene” al proprio figlio, equivale alla possibilità di “fare pettherapy”

VACANZA A ‘SEI ZAMPE’!

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: inviaggioconfidocomeviaggiareconglianimalimetedivacanzeconipet
E’ arrivata l’estate, finalmente le tanto attese vacanze. E il cane? Naturalmente viene con noi. Le vacanze si fanno insieme, scegliete un luogo in cui i nostri amici possano essere accolti con rispetto e amore.

FELICITÀ ANIMALE CONTAGIOSA

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: lafelicitàdeglianimaligiocareconipet
Chi decide di condividere la propria casa , il proprio tempo, le proprie passioni ed anche una parte del proprio lavoro con un cane, lo sa molto bene

AIUTO, UN CANE!

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: comeadottareuncane
Ci sono bambini che hanno paura dei cani, di avvicinarsi a loro e accarezzarli. Tutte le volte che incontrano un cane piangono...

NON E’ SOLO UN CANE!

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: operatoredipettherapymeravigliosomondodelcane
“È solo un cane”: è questo che mi sento dire spesso da persone che non comprendono la soggettività del cane. ..

ALLA SCOPERTA DELLA PET THERAPY

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: percorsiperacquisireconoscenzecaniepettherapy
Un cane, inserito in un progetto di pet therapy, deve possedere determinati requisiti d’idoneità che includono parametri veterinari, comportamentali; deve poter essere un cane reattivo, cioè, saper rispondere in una situazione sociale operativa.

NON METTIAMO UN CUCCIOLO NELLA CALZA DELLA BEFANA

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: amicoaquattroazamperesponsabilitàconanimale
Arriva la Befana, i bambini, quelli che ancora “miracolosamente” ci credono, l’aspettano con trepida attesa: che ci sarà nella sua calza magica? Tanti doni certamente, l’importante è che tra i doni non vi sia un cucciolo di cane, come certa moda scriteriata oggi consente.

CAPODANNO CON I NOSTRI ‘AMICI BAU’

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: proteggereamici4zampefuochidartificio
Ci risiamo: anche quest’anno non mancheranno i botti di capodanno! Già, un modo obsoleto di festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Con l’inizio delle feste, immancabilmente arrivano anche botti...

LA RISPOSTA DI BABBO NATALE

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: unregalodellavitauncaneèpersempre
“Caro Babbo Natale, quest'anno come promesso, sono stato molto bravo e prometto il prossimo anno di esserlo ancora di più e di migliorarmi. Per la notte di Natale mi piacerebbe ricevere in dono il robot Idol, Cars Mec Truck....

IL VALORE DELLA CAREZZA

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: relazioneempaticamagiaemotiva
La carezza è un ‘dono’, è un incontro di sguardi, è un guardarsi oltre il tatto, è una emozione che ti rimane dentro per sempre. La carezza è un transfert di emozioni, è un ‘mi prendo cura di te’, con la carezza si apre un mondo.

MAESTRO ASINO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PET-THERAPY E SOCIALE ·
Tags: relazionareconlasino.attivitaassistitaconlasino
Chi ha mai provato ad adagiarsi “a sacco“sul dorso di un asino e a percepire col viso e le braccia rilassate sulla sua pancia, il ritmo lento e inesorabile del suo respiro? O a sdraiarsi supini sul suo dorso, in posizione “terra-cielo”…
APS Città dell'Infanzia C.F. 92072340729
Torna ai contenuti | Torna al menu