TORTA CAPRESE: una DELIZIA campana in versione pugliese!

Vai ai contenuti

TORTA CAPRESE: una DELIZIA campana in versione pugliese!

Cittadellinfanzia
Pubblicato da Annalisa Stillavato in SPIRITO ARTISTICO · 28 Aprile 2021
Tags: ricettecapresedolci
La torta caprese è un dolce dalle origini italiane, precisamente partenopee.
Nasce da un errore di un cuoco di nome Carmine Di Fiore nel 1920 a Capri, il quale, intento nel suo laboratorio a preparare prelibatezze napoletane a dei malavitosi venuti dall’America per affari, gli è bastato una distrazione e nella torta dimentica di aggiungere la dose di farina dovuta, ma con gran stupore, il risultato conquista il palato di tutti, la torta cioccolatosa/morbida dentro e croccante fuori diventa da allora un grande classico della pasticceria che non manca mai nelle vetrine delle migliori pasticcerie ma anche sulle tavole delle grandi occasioni nelle nostre case.
Già, anche i professionisti sbagliano, ma in questo caso un errore ci ha regalato una ricetta super golosa e cioccolatosa, anche adatta per chi è intollerante al glutine.  
Negli anni tanti pasticceri si sono sbizzarriti a realizzare tante varianti, tra queste c’è anche quella con olio evo, io la faccio spesso e la vorrei condividere con voi, da pugliese non potevo che apprezzare questa ricetta con olio evo che evoca le nostre tradizioni enogastronomiche.
Caprese alla pugliese. Ho voluto sperimentare questo dolce, con origini campane.
INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 20 CM: 150 g di polvere di mandorle; 30 g di cacao amaro in polvere; 50 g di latte; 150 g di cioccolato fondente di ottima qualità al 70% di cacao; 100 g di olio evo ; 4 uova intere a temperatura ambiente (tuorli e albumi separati); 130 g di zucchero semolato; la scorza grattugiata di un limone; 1 cucchiaio di limoncello; zucchero a velo q.b.
PROCEDIMENTO.

           
    • Preriscaldare il forno (statico) portandolo ad una temperatura di 180°C.
    • Oliare e infarinare lo stampo scelto (è preferibile quello da pastiera).
    • Sciogliete il cioccolato a bagnomaria insieme al latte ottenere un composto liscio ed omogeneo. Lasciare intiepidire, aggiungere l’olio, emulsionare bene.
    • Separate i tuorli dagli albumi e montare i primi con 80g di zucchero e la scorza di limone, ottenere un composto gonfio e spumoso, sbattere per 10/15 minuti con l’aiuto di una frusta elettrica.
    • Unire il liquore e il cioccolato.
    • Unire la polvere di mandorle; mescolare bene un composto che risulterà abbastanza consistente ma non troppo asciutto e il cacao setacciato.
    • Montate a neve ben ferma gli albumi con lo zucchero restante (40g).
    • Unire gli albumi montati al composto al cioccolato, utilizzare una spatola praticando movimenti lenti e che vanno dal basso verso l’ alto, per non smontare gli albumi.



Il composto non risulterà vellutato e liscio ma sarà comunque gonfio e ben areato.
                 
    • Versate il tutto nello stampo e infornate a 180° per circa 35 minuti; dopo 30 minuti verificare la cottura praticando la prova dello stecchino di legno, se inserendolo al centro uscirà umido la cottura sarà avvenuta correttamente. E’ utile non superare i tempi di cottura, pena sarà una torta dal cuore asciutto e per niente umido, non si avrà l’effetto tartufato.
    • Lasciare raffreddare completamente e spolverare con zucchero a velo.

     
Direttrice Artistica Puglia Cake Festival   
                                                           
                                                                                                
Continuate a seguire .
La fantasia non conosce confini...
         



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2021
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti