Gli ATLETI devono essere allenati ad un SANO AGONISMO: è questa la prova più difficile da vincere!

Vai ai contenuti

Gli ATLETI devono essere allenati ad un SANO AGONISMO: è questa la prova più difficile da vincere!

Cittadellinfanzia
Pubblicato da Prof.ssa Angela Bini in DIDATTICA E DINTORNI · 20 Aprile 2021
Tags: sportagonismoeducazione
È già da mesi ormai che con alcuni atleti agonisti, che mi è consentito di allenare in vista di campionati di interesse nazionale, svolgo lezioni atte alla preparazione degli stessi.
Un lavoro che si diversifica da quello prettamente artistico, sempre da me comunque curato, a completamento di uno sport che non sia mai pura atleticità e destrezza.
Un lavoro atto all'acquisizione di competenze tecniche richieste da un preciso regolamento da rispettare nel montaggio di un disco gara.


Quel che mi gratifica nel portare avanti questo mio nuovo progetto agonistico è il constatare che nulla cambia, umanamente parlando, nelle mie allieve, pur indotte a confrontarsi con coetanee, e non, a prendere, dunque, coscienza  delle qualità possedute da altre.
Non colgo sguardi intrisi di invidia e fastidio, ma di ammirazione, soprattutto umili, volti ad emulare chi con più facilità apprende, cogliendo tutti i miei suggerimenti per migliorarsi.
Il tempo passa e le date delle loro gare si fanno sempre più vicine.

Il cuore pulsa velocemente e sembra voler superare la musica, protagonista di coreografie, che, con amore, ho cucito loro addosso come abiti che rispettino ogni misura della loro personalità o indole.

Romantica… più energica e spumeggiante. Dolce… più grintosa, anche se sempre elegante.
Sì, l’eleganza, questa è di tutte. Sarà che per me è fondamentale.
Le guardo, infatti, e quasi mi commuovo per l' emozione che sanno trasmettermi. Ciascuna a suo modo. Manca davvero pochissimo alle gare!
… E la paura di affrontare una giuria che dovrà assegnare punteggi si fa sempre più grande. Non trattasi di un saggio che ha genitori, amici e parenti nel pubblico ad approvare sempre e comunque tutto quello a cui assistono dei propri figli, nipoti e conoscenti, ma di competizione: un esame, insomma!

Tuttavia, questa paura altro non è per queste mie allieve che volontà di dimostrare a se stesse, e a chi andrà a giudicarle, di essere all’altezza di una gara. Di un confronto che vada oltre le mura della propria palestra.

Dell' agonismo.
Un agonismo, però, sano ed altamente  formativo, se la loro paura, e lo constato osservandole ed ascoltando la loro mente ed anima, è solo quella di non essere, magari, sufficientemente all’altezza di una gara.
Nessun’altra paura. Di non vincere per esempio!
Se ci sarà da guardare una collega salire sul podio, per una migliore prestazione e risultato raggiunto, ho certezza che sarà solo per ammirarla, ed impegnarsi sempre di più per riuscire ad essere come lei, meritando un ugual riconoscimento.

- Docente di Educazione Fisica e Insegnante di Danza e Pattinaggio a Rotelle

Continuate a seguire "DIDATTICA E DINTORNI".
Tra sacro e profano... consigli utili e approfondimenti per scoprire di più su quello che c’è oltre una cattedra
         
                         



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2021
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti