Fiaba o favola? Voi come preferite leggere la vita ...e Halloween?

Vai ai contenuti

Fiaba o favola? Voi come preferite leggere la vita ...e Halloween?

Cittadellinfanzia
Pubblicato da Maria Gabriella Finizio in PENSIERI E PAROLE · 29 Ottobre 2021
Tags: fiabafavolafantasia
Cari ragazzi, oggi vi spiego la differenza fra fiaba e favola.
Nel mondo della fantasia, ed in particolare nel settore dedicato ai fanciulli.
La fiaba riveste ruolo importante capace, come è, di catturare l'attenzione dei bambini divertendoli ma lasciando filtrare messaggi e insegnamenti. Sicuramente tutti i vostri papà e le vostre mamme ricorderanno fiabe famose che i loro genitori hanno loro raccontato quando erano piccoli: Cappuccetto rosso, Pollicino, Cenerentola, Il gatto con gli stivali.
Tuttavia, dedicato a grandi e piccini, esiste un'altro importate genere fantastico che si distingue dalla fiaba ma che rappresenta sempre narrazioni piacevoli o comunque frutto dell'immaginazione, con un compito sociale molto important, si tratta della "favola".
La favola è un genere letterario antichissimo: le sue origini risalgono a narrazioni "Assiro babilonesi". Favola  è "La volpe e l'uva" di Esopo, malgrado si confonda con la fiaba in realtà presenta delle caratteristiche particolari ben distinte. La favola ha, come protagonisti, animali umanizzati, parlanti (scarsa o nulla la presenza umana).



Ogni favola è percorsa da una vena pessimistica, i luoghi corrispondono spesso alla realtà e fanno da cornice al racconto ma non suscitano emozioni come nella "fiaba".
Scopo principale della favola: attraverso l'ironia spesso il narratore denuncia ingiustizie sociali e ridicolizza i difetti degli uomini, ne critica i vizi.
La fiaba ha per protagonisti re, regine, principi e principesse, ma anche personaggi semplici, quotidiani , folletti, maghi, orchi, streghe e fate.
Ogni fiaba ha caratteristiche costanti, luoghi, castelli, boschi incantati, regni.
Caratteristica principale la Fiaba ha sempre un lieto fine: vincono sempre i buoni. La bontà, prima o poi, viene ricompensata.
Scopo principale della fiaba far sognare, divertire e dare anche insegnamenti di vita al piccolo ascoltatore. Lo scopo delle favole è quello di trasmettere in forma "scherzosa e piacevole" delle verità, alludendo al carattere dell'uomo .
L'uso degli animali e l'ironia o "satira", con cui vengono narrate, permettono al narratore di denunciare tante ingiustizie e....sorprusi. Personaggi: leone prepotente, forte, maestoso; lupo famelico che mangia il mansueto agnello; corvo stupido; volpe furba che evita sempre i pericoli e nasconde gli insuccessi; formica previdente, laboriosa; cicala, dedita a godersi la vita, amante del canto ma....perditempo.

Cari ragazzi, secondo voi la nonna Gina scrive "favole o fiabe"?
Mi piacerebbe saperlo!

Per ora vi auguro di trascorre la notte di Halloween tra racconti emozionanti e incredibili avventure!

Nonna Gina
La nonna Gina di tutti e per tutti

Continuate a seguire
Raccontare per emozionare in bilico tra fantasia e realtà...



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2021
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti