Andare dallo PSICOLOGO non è da PAZZI. La Salute Mentale è importante quanto quello Fisica!

Vai ai contenuti

Andare dallo PSICOLOGO non è da PAZZI. La Salute Mentale è importante quanto quello Fisica!

Cittadellinfanzia
Pubblicato da Dott.ssa Anna Moscatelli in PSICOLOGIA · 28 Marzo 2022
Tags: benesserepsicologoterapia
Ogni giorno cerco, attraverso il mio lavoro, di aiutare le persone a perseguire il benessere psicologico. Credo fermamente nell’importanza della salute mentale come presupposto imprescindibile per vivere in armonia con sé stessi e il mondo circostante.
L’approvazione nei mesi scorsi del bonus psicologico ha dato risalto e ulteriore sottolineatura a tutto ciò. Però nel mondo odierno, purtroppo, la salute mentale è ancora considerata meno importante di quella fisica. Perché?
Sembra siano stati necessari due anni di pandemia, un generale aggravio dello stato psicologico delle persone e l’aumento degli stati d’ansia e depressivi, affinché le istituzioni si attivassero per rispondere concretamente ai bisogni emergenti.
All’aumento del bisogno di aiuto specialistico, di sostegno psicologico e psicoterapico non è corrisposta però una crescita delle richieste di aiuto a causa delle difficoltà socioeconomiche in cui molte persone versano. Inoltre viviamo ancora in una realtà che non sembra attribuire alla salute mentale la giusta importanza relegandola ad un ruolo di secondo piano rispetto a quella fisica. E’ ancora diffusa l’idea che lo psicologo si occupi dei “pazzi”. Eppure la salute mentale non coincide con l’assenza di pazzia: l’Organizzazione Mondiale della Sanità la definisce come uno stato di benessere emotivo e psicologico che consente alle persone di realizzare i propri bisogni, di far fronte alle difficoltà della vita quotidiana.

La salute psicologica merita dunque la giusta importanza: saper scegliere, analizzare e risolvere i problemi, gestire le emozioni e le relazioni, rialzarsi dalle sconfitte, raggiungere gli obiettivi prefissati, personali e professionali, sono tutte risorse psichiche fondamentali per raggiungere una soddisfacente qualità della vita.

E’ fondamentale allora provare ad “abbattere” il muro del pregiudizio e imparare a ripensare alla figura dello psicologo e al concetto di benessere psicologico.
La vecchia locuzione latina “mens sana in corpore sano” a favore del riconoscimento dell’unione indissolubile di mente e corpo è sempre attuale.


La salute mentale è un diritto: le “ferite” e i “dolori” della psiche non sono visibili e tangibili come quelli del corpo ma non meno importanti: anch’essi devono essere curati.
E anche un’adeguata prevenzione è necessaria per imparare ad affrontare serenamente le “sfide” della vita. Lo scenario pandemico in atto - con tutte le restrizioni, le ansie e le paure che ne sono derivate - ha rappresentato una sfida che noi tutti abbiamo dovuto affrontare con inevitabili conseguenze per il nostro equilibrio mentale. Nel periodo in cui viviamo, caratterizzato da un’importante crisi sanitaria ed economica, quello della salute mentale dovrebbe essere dunque un tema centrale. Si devono adottare politiche finalizzate a ridurre l’esposizione ai fattori di rischio e a garantire quello stato di benessere psicologico che può aiutarci a resistere e adattarci alle difficoltà della vita per guardare ancora con fiducia al futuro.

Psicologa e Psicoterapeuta Sistemico Relazionale e Familiare

Continuate a seguire
La mente è solo una delle porte sulla vita...     



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2022
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti