Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Troppe ORE davanti al PC o cellulare? Una app corre in aiuto dei tuoi occhi

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in SALUTE E BENESSERE · 5 Maggio 2019
Tags: occhisecchezzadigitale
L'affaticamento degli occhi diventa un disturbo sempre più diffuso. Lo sbarramento oculare che si innesca quando si fissa lo schermo degli smartphone ed altri device, a causa dell’attenzione, porta alla secchezza della superficie oculare e, spesso, anche mal di testa. Per evitare, o quantomeno attenuare i disturbi descritti, ho ideato un’app “Wink remember to close your eyes" che con un alert avvisa di interrompere ogni 20/30 minuti  la navigazione e suggerisce, con il messaggio sulla home, di fare alcuni esercizi che suggeriscono l’ammiccamento e la ginnastica oculare, al fine di defaticare gli occhi contro lo stress visivo. Per essere più precisa, le cause dei disturbi oculari sono diverse: la diminuzione di un terzo della frequenza con cui sbattiamo gli occhi, con conseguente secchezza; il contrasto minore rispetto alla pagina stampata, con i caratteri meno definiti, che costringono gli occhi a un lavoro extra;l’astenopia o stress visivo.



La prima regola per aiutarci a diminuire lo stress degli occhi è quella cosiddetta 20-20-20 blinking, consigliata dagli oculisti ed optometristi. L'app Wink segue questa regola internazionale.

Consiglio anche degli occhiali che abbiamo delle lenti con un trattamento antiriflesso che respingono le luci blu emesse dagli schermi luminosi.

Esse sono in grado di diminuire l'abbagliamento e aumentare il contrasto durante la fase di navigazione. Un altro consiglio sarebbe quello di utilizzare un sostituto lacrimale con le lenti a contatto mentre si lavora al PC, altrimenti la secchezza oculare aumenta ulteriormente. Piccoli accorgimenti per un confort visivo. Infine, bisogna tenere conto che tutti hanno problemi di affaticamento oculare, dai più piccoli agli adulti e peggiora a parità di ore passate dinanzi ad uno schermo. Se poi si soffre di disturbi specifici, sarebbe il caso di consultare il proprio oculista, perché chi ha alterazioni della vista sarà anche più soggetto a fastidi maggiori.

Ottico-Optometrista specializzato in Dry Eye Digital Syndrome
Team "Bimbi&Tecnologie"

Continua a seguire La salute non può essere un’opzione...      
 



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti