unestatespeciale - Professionisti online - Città dell'Infanzia

Entra nel sito di cittadellinfanzia
Vai ai contenuti

Menu principale:

ANGELINA E LO STAGNO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: unestatespecialeraccontidinonnagina


Come tutte le estati Angelina, finita la scuola, insieme ai suoi fratelli, lasciava la caserma dei carabinieri dove abitava e si trasferiva in campagna, dai nonni materni Antonio e Rosa.
Angelina arrivava in campagna con il cuore in gola, correva ad abbracciare tutti i suoi amici, uno in particolare, il cane Biagio, che, appena la vedeva, si sdraiava a pancia in aria e restava fermo a guardarla, fino a quando lei non smetteva di accarezzarlo.
Poi... la corsa nei campi, nelle stalle dei suoi amici cavalli e allo stagno a salutare le sue amiche ranocchie che erano molto felici di rivederla, perché finalmente avrebbero fatto splendide nuotate in sua compagnia.
Era veramente felice Angelina!
Una mattina, precisamente il giorno successivo il suo arrivo, appena sveglia andò a salutare le sue amiche papere che starnazzavano felici ed insieme si incamminarono verso lo stagno.
Finalmente iniziavano le sue vacanze.
La giornata era calda e Angelina decise di fare il bagno, l'acqua dello stagno era limpida e lei nuotava felice con le sue amiche ranocchie.
Dopo il bagno, si sdraiò sul prato a prendere il sole e, pian pianino, si addormentò. Fu svegliata dalla sua amica papera Concetta che, molto agitata, le fece segno di seguirla, perché era accaduto un pasticcio!
La cavalla Lunetta era caduta e si era slogata una zampa, piangeva disperatamente, perché non poteva recarsi a riprendere il suo puledrino che era a giocare a casa di Pippo, l'asino.
Angelina rassicurò lunetta: avrebbe pensato lei al suo giovane cavallo. Così fece: fiera ed orgogliosa riportò il figlioletto dalla sua mamma che felice lo abbracciò e con un vigoroso nitrito ringraziò Angelina.
La nostra amica ritornò allo stagno, fece un altro bagno, scherzò con le ranocchie e, felice, ritornò a casa dai nonni.
Era stanca, la giornata era stata lunga e faticosa, ma il suo primo giorno di vacanza era stato strepitoso!
Cari ragazzi, spero che anche voi abbiate trascorso vacanze felici ed avventurose come quelle della nostra Angelina, intanto...vi abbraccio! Nonna Gina.   



Continuate a seguire  Letture e racconti. Raccontare per emozionare...



APS Città dell'Infanzia C.F. 92072340729
Torna ai contenuti | Torna al menu