Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

SPEGNETE IL CELLULARE E ABBRACCIATEVI, BACIATEVI, VIVETEVI!

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in APPRENDIMENTO · 1 Gennaio 2019
Tags: socialcellulareisolamentorelazioni
Quest’epoca, pur se colma di facili modalità di comunicazione, è caratterizzata da molta indifferenza, solitudine, assenza di relazioni autentiche, assenza di discorsi, di sguardi negli occhi, di confronti con l’altro in presenza, di una necessaria pacca sulla spalla...di semplice presenza fisica per dire all’altro che non sei solo, che io ci sono e sono con te. Questo manca oggi. Manca l’autenticità in ogni tipo di rapporto. Tutto il resto che si dice, specie sui social, sono solamente chiacchiere gettate al vento. E si resta soli e senza parole. Ed ecco che scrivere i propri pensieri su un diario o dedicarsi alla lettura di buoni libri e poesie tornano ad essere pratiche importanti per rinvigorirsi. Dunque, in questo mese natalizio, cari amici lettori, voglio farvi un regalo: la lettura di una poesia suggestiva, affinché possa darvi un po’ di conforto e speranza nei momenti di difficoltà.

Messaggio di tenerezza

Questa notte ho fatto un sogno …
ho sognato che ho camminato sulla sabbia accompagnato dal Signore,
e sullo schermo della notte erano proiettati tutti i giorni della mia vita.
Ho guardato indietro e ho visto che a ogni giorno della mia vita,
proiettato nel film, apparivano orme sulla sabbia: una mia ed una del Signore.
Così sono andato avanti, finché tutti i miei giorni si esaurirono.



Allora mi fermai guardando indietro,
notando che in certi posti c’era solo un’orma …
Questi posti coincidevano con i giorni più difficili della mia vita:
i giorni di maggior angustia, di maggior paura e di maggior dolore …
Ho domandato allora:
<< Signore, Tu avevi detto che saresti stato con me in tutti i giorni della mia vita,
ed io ho accettato di vivere con te,
ma perché mi hai lasciato solo proprio nei momenti peggiori della mia vita? >>
Ed il Signore rispose:
<< Figlio mio, io ti amo e ti dissi che sarei stato con te durante tutta la camminata  
e che non ti avrei lasciato solo neppure per un attimo,
e non ti ho lasciato …
I giorni in cui tu hai visto solo un’orma sulla sabbia, sono stati i giorni
in cui ti ho portato in braccio >>.
(Anonimo brasiliano)
                              
Pedagogista - Consulente filosofico
bioetico e pedagogico

                                                                                       
Chiedi alla pedagogista di
Leggendo attraverso anima e relazioni.
           



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti