Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Smettila di fare la VITTIMA, svegliati, corri controcorrente e dai SENSO alla TUA ESISTENZA!

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in PENSIERI E PAROLE · 26 Marzo 2019
Tags: sogniforzadignità
Nella vita sto imparando che i sogni non bastano, che i sogni privi di azione sono insufficienti, che illudono noi stessi e finiscono per inghiottirci. Nella vita sto imparando che bisogna rimboccarsi le maniche e partire dal basso, edificando, costruendo dapprima ogni singolo mattone e poi, ad ogni passo, aggiungerne un altro, giorno dopo giorno, senza avere fretta, sfidando le avversità con il valore dell’idea sempre viva dentro di sé, curando la posa in opera del principio, dell’ideale che mischiato alla fatica, al sacrificio e a tanta fede, si fonderà nella realizzazione e ciò che ne verrà fuori durerà nel tempo, resisterà a qualsiasi perturbazione della vita e sarà bellissimo e lucente come il più prezioso dei diamanti.
Nella vita sto imparando che bisogna credere nei sogni, che credere è una sfida impegnativa che non ha nulla a che vedere con il vaneggiare, il farneticare (come qualche ignorante saccente direbbe), che credere non è solo esercizio di volontà, ma anche esperienza di verità, di estrema trasparenza con se stesso, allenamento ad una profonda lucidità che induca, sempre e comunque, a mantenersi vigile e imparziale nella lotta tra ciò che si vorrebbe e ciò che, invece, si può.

Nella vita sto imparando che i sogni non bastano, che i sogni per onorarli devono essere convertiti in progetti e questi ultimi obbligatoriamente in VITA e che la vita è l’unica possibilità per riuscire ad essere felici.

I sogni non sono illusioni, non sono bizzarre fantasie di chi non ha percezione concreta della realtà e vola sulle ali della vacuità, i sogni sono l’essenza della vita, sono il cuore che pulsa, che mantiene vivi e ogni giorno fa innamorare; chi non possiede sogni non possiede futuro, chi non sogna brancola nel buio della propria accecante cecità.



Nella vita sto imparando che ognuno ha il diritto di sognare e il dovere di tentare di trasformare i propri sogni in possibilità, in scoperta, in meraviglia, in realtà, perché non c’è modo migliore di ritrovarsi felice inciampando sorprendentemente nella vita.

A te, caro e audace lettore sognatore, la mia incondizionata stima e solidarietà, il mio augurio, affinché tu possa continuare a nutrire l’arguzia di sapere, il coraggio di scoprire, il temerario raziocinio di immaginaree la lucida follia di vivere

Copywriter, donna, mamma

Continuate a seguire
I pensieri e le parole del cuore...
   
 
 
             



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti