Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

SE VI DICO “COUNTRY”, COSA RISPONDETE?

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in MUSICA E TEATRO · 22 Settembre 2018
Tags: musicacountryteatro
Facciamo un piccolo esperimento: se vi dico “country”, cosa rispondete? Mentre ci pensate, provo a rispondere per voi … alla parola “country” io direi: campagna! “Nooooo!” mi farete voi, alla parola “country” ci sono solo cappelli, stivali, speroni, lazo, banjo e America, no?! Elementare e semplice come risposta, logica  e facile! Pertanto, a questa, di rimando io ribatto con un sonoro e secco: “No!”. Mentre immagino che mi guardiate, straniti, con gli occhi spalancati e fissiate il vostro sguardo sul mio, senza staccarlo, io indisturbata, senza farci troppo caso, riprendo la domanda, la riformulo e insieme alla amata e  leggiadra “campagna” (che ci sta, eccome, se il lessico, la lingua inglese e la sua letterale traduzione, nel frattempo, non si sono modificati come gli OGM) ci accosto: “Europa!”. “EUROPA?!?” Mi farete voi, più straniti e attoniti di prima … eh già Europa … ma  proseguiamo il nostro gioco: se l’America è presente nell’unico immaginario collettivo che si abbina al nostro termine, perché, da che mondo e mondo, i western sono nati proprio lì e precisamente a Monument Valley tra Utah e Arizona, anche se, dopo qualche annetto, Clint Eastwood lo abbiamo visto gironzolare, con cavallo e sigaro al seguito, tra i canyons di Tabernas, in Spagna, accompagnato da due illustri del cinema italiano, Sergio Leone ed Ennio Morricone, è vero pure che l’Europa, pare, si sia ripresa ciò che il Nuovo Continente gli abbia tolto.

Una buona parte delle sonorità tipiche, di stampo inglese-irlandese e, tempo dopo, un nuovo ballo che ha spopolato più da noi che altrove: la line dance.


La Country Music con Nashville ha voluto fare la differenza, ma dopo un periodo, piuttosto vintage nel quale si è assistito ad una “ricaduta” (o … caduta) di stile, targato anni ’80, “Urban Cowboy”, finalmente, è riuscito a riscattarsi grazie alle nuove influenze e ad una tendenza sicuramente più dinamica e giovane, portandosi dietro tradizione, uno stile inconfondibile e anni di storia della musica in giro per il mondo. Pertanto, aggiunti altri pezzi al nostro complicatissimo puzzle, il “country” è: campagna, genere musicale, America, Europa, line dance e tanto tanto altro … A bientot!
                                                                                                            
– insegnante, attrice teatrale                  
                                                                                          
Continuate a seguire “Musica e teatro” . Un sipario che si apre sulla vita…
   



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti