Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Quell’eterno fischio, rumore che ti tormenta la notte … ecco le ragioni della tua INSONNIA!

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in SALUTE E BENESSERE ·
Tags: acufeneinsonniafischio
Come ormai ben noto, con il temine acufene si indica un particolare disturbo uditivo per cui chi ne soffre ha la sensazione, all'interno delle proprie orecchie, di ronzii, fischi o rumori, senza che questi provengano da alcuna fonte sonora.                     
Specificando che le cause di tale sintomo possono essere varie, bisogna, invece, rimarcare quanto la presenza di acufeni possa incidere sulla qualità di vita del soggetto, soprattutto in virtù dello stress che esso genera e che è direttamente proporzionale all'intensità del suono percepito. In alcuni casi, infatti, la presenza di questo suono fantasma è più evidente in alcune parti della giornata, e meno in altre, quelle in cui magari si è maggiormente impegnati o all' interno di contesti il cui rumore ambientale copre questa sensazione acustica.

Uno dei momenti più critici per chi convive con gli acufeni è senza dubbio quello che precede il sonno, in cui l'ambiente particolarmente silenzioso favorisce la percezione del succitato sintomo, determinando in molti casi problemi di insonnia.

La situazione appena descritta è una delle più lamentate e sofferte dai pazienti, tra l'altro l'insonnia stessa determina un ulteriore stress emotivo a carico del soggetto e un affaticamento fisico, oltre alle altre problematiche di salute che le insufficienti ore di sonno possono favorire.


Di seguito andremo a indicare alcuni utili consigli per cercare di favorire il riposo e ridurre il più possibile le veglie notturne.

  • Evitare, specie nelle ore serali, di assumere la caffeina, contenuta non solo nel caffè, ma anche in alcune bibite. Evitare il tè e alimenti a base di cacao .
  • Sconsigliata l'assunzione di alcol nelle ore subito precedenti il momento del sonno.
  • Può risultare utile bere una tisana rilassante o della camomilla.
  • Sostituire al riposo pomeridiano o preserale una passeggiata.
  • Stabilire un orario fisso per andare a dormire e per la sveglia mattutina.
  • Tenere la stanza da letto piuttosto buia e con una temperatura confortevole.
  • Evitare di guardare la tv a letto, così come lo smartphone, il tablet, ecc…
  • Tenere acceso un dispositivo in grado di generare un rumore bianco di bassa intensità. Potrebbe questo essere un ventilatore o una radiolina desintonizzata a bassissimo volume.

Questi piccoli accorgimenti possono sicuramente essere di aiuto a migliorare i problemi di insonnia, tutto sommato qualora non si riesca a dormire, evitare di rimanere a letto per più di mezz’ora. È consigliabile in questi casi alzarsi e dedicarsi a qualche attività tranquilla sino a che non ci si senta pienamente rilassati e pronti a tornare a letto.

Audioprotesista Master di specializzazione in
Protesizzazione e Riabilitazione Uditiva Infantile
  
Chiedi all'esperto di "Salute e Benessere".
La salute NON può essere un’opzione
               



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti