Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

IL TEMPO DELLE SCELTE

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in APPRENDIMENTO · 5 Febbraio 2018
Tags: scuolacambiamentosceltedivita
Tema: La scuola media volge al termine. Quale percorso scolastico pensi di intraprendere? Chi o cosa pensi potrà influenzare la tua scelta?

Il percorso della scuola media sta per terminare. Siamo tutti cresciuti, sia da un punto di vista caratteriale che fisico. Fra pochi mesi ci saranno gli esami, per i quali ho un po’ di ansia e paura. In questi giorni sono aperte le iscrizioni per la scuola superiore. Ogni alunno può fare la scelta per se stesso in base alle sue qualità e capacità. Io ritengo di aver fatto una buona scelta. La scuola che ho deciso di frequentare fa al caso mio. Penso di aver optato per questo indirizzo perché prediligo le materie umanistiche e in più non prevede molte ore di matematica, dato che non sono affatto predisposto per questa materia.
La scuola non è il mio unico interesse. Mi piace molto la musica!
E’ una passione che ho da quando ero più piccolo. Infatti, da qualche tempo ho cominciato a produrre musica elettronica. Ho già avuto molti complimenti; ho notato che la mia musica piace a molte persone. Alcuni miei compagni hanno scelto la scuola superiore facendosi condizionare dalle imposizioni della loro famiglia. Il mio amico Paolo frequenterà il liceo scientifico poiché i suoi genitori vogliono che un giorno diventi avvocato. Altri miei compagni,  non avendo idee chiare in merito al loro futuro, si affideranno alle scelte di altri amici per frequentare una scuola in compagnia. Io ritengo di essere un ragazzo fortunato. Ho scelto la scuola insieme alla mia famiglia, consapevole delle mie capacità, dei miei limiti ed anche delle passioni che voglio continuare a coltivare.

Non so ancora cosa farò da grande, ma sono certo che mi impegnerò al massimo e scoprirò cosa fare nel mio futuro.”

Tema di italiano realmente svolto da un ragazzo di terza media.

La scelta della scuola superiore può rappresentare per gli studenti una opportunità per “guardarsi dentro”. Il primo passo è cominciare a riflettere sulle proprie caratteristiche, le attitudini e desideri in merito alle competenze che si intendono accrescere e sviluppare. In un secondo momento è importante concentrarsi sull’offerta formativa che presenta il proprio territorio e comprendere se un preciso percorso di studi possa valorizzare le attitudini personali. La famiglia ha un ruolo fondamentale da assolvere in questo momento di decisione molto delicato per il proprio figlio. E’ importante instaurare un dialogo leale, rivolto ad ascoltare le esigenze del ragazzo e delle sue previsioni in prospettiva del futuro. E’ bene che i genitori mettano da parte le proprie aspettative e considerino questo momento come un’occasione di crescita verso l’autonomia dei figli. E’ utile che la famiglia mantenga un clima di serenità e accoglienza e cerchi di comprendere le reali capacità del ragazzo ampliando i propri punti di vista. Può anche risultare positivo ed efficace prevedere colloqui con gli insegnanti i quali possono dare il proprio prezioso contributo nel suggerire, orientare e guidare la scelta che, ribadiamo, deve spettare in ultima istanza al ragazzo, protagonista assoluto del proprio futuro.
“Le grandi imprese vengono eseguite non con la forza ma con la perseveranza” (Samuel Johnson).
Al prossimo articolo e buona scelta di vita a tutti!

pedagogista, educatore extrascolastico

Chiedi alla pedagogista di "Psicopedagogia". Leggendo attraverso anima e relazioni.




Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti