Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Il più BRAVO della CLASSE sarà anche il più CAPACE nella VITA?

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in DIDATTICA E DINTORNI · 19 Febbraio 2019
Tags: scuolaeducazioneinsegnamentopedagogia
Un educatore non dovrebbe mai incoraggiare rivalità tra ragazzi, studenti soprattutto, creando stupidi arrivismi in un luogo non competitivo, ma di crescita e confronto come quello della scuola, rendendosi responsabili, così, di quella subdola cattiveria che caratterizza oggi la maggior parte della gente, di coloro che riescono a sentirsi migliore se non guardando i fallimenti e disagi altrui. Il tutto con un sottofondo perverso di godimento alquanto disumano.
Sono davvero tanti gli insegnanti che commettono tale errore pedagogico, puntando sistematicamente il dito, o elogiando sempre e solo gli stessi bambini o ragazzi.


Insegnanti che non si accorgono del clima poco sereno nella vita scolastica che ogni giorno creano, e dei tristi retroscena della loro solo apparente formazione. I germogli dei comportamenti arroganti di qualche ragazzo nei confronti di alcuni compagni vengono, in tal modo, inconsapevolmente seminati proprio dai docenti stessi quando con leggerezza puntualizzano caratteristiche non proprio positive di elementi che diventano oggetto di scherno e ridicolo.

Si perde, così, il senso della vera cultura, poiché non può esserci conoscenza senza umiltà.

Del resto, poi, nella vita capita che a realizzarsi più velocemente siano proprio coloro che a scuola hanno dovuto rimboccarsi le maniche, imparare a lasciar correre ogni idea negativa che gli altri, in primis gli insegnanti, avevano su di sé, imparando pian piano il proprio valore e che i voti dei professori molto spesso non riescono a svelare chi veramente e profondamente si è. Solo la vita riuscirà a decretare i giusti voti per ognuno e quelli, ne sono convinta, sono scevri da qualunque condizionamento si possa ritrovare, invece, ahimè, tra le mura scolastiche.

Quando avevo cinque anni, mia madre mi ripeteva sempre che la felicità è la chiave della vita.Quando andai a scuola, mi domandarono come volessi essere da grande. Io scrissi felice. Mi dissero che non avevo capito il compito, e io dissi loro che non avevano capito la vita”. John Lennon

Docente di Educazione Fisica e
Insegnante di danza e pattinaggio a rotelle

Continuate a seguire
Tra sacro e profano...consigli utili e approfondimenti per scoprire di più su quello che c’è oltre una cattedra...
 
 
 
                     



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti