Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Il DOLORE non può essere PER SEMPRE. Esiste un TALENTO capace di salvarci, basta ascoltarlo

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in FILOSOFIA ED ETICA · 10 Marzo 2019
Tags: doloresofferenzacounseling
L'ambito della consulenza filosofica permette ad un individuo, in un momento di difficoltà e di disagio esistenziale, di ridefinire il proprio vissuto analizzando il proprio agire, il proprio esser-ci nel mondo come individuo spazio-temporale. Con la consulenza filosofica chiaramente si è nell'ambito di una relazione d'aiuto dove la relazione tra il consulente e il consultante è una relazione paritaria. I due sono esattamente l'uno di fronte all'altro, alla pari di fronte all'esistenza. Si può esaminare il vissuto del consultante praticando quella che i greci chiamavano l'epochè, ossia la totale sospensione del giudizio riguardo i pensieri, i valori, le credenze del consultante. Chiaramente, per fare tutto questo, il primo compito del consulente filosofico è quello di definire, delineare i contorni della weltanschauung (visione del mondo) dell'individuo. La possibilità di un superamento, di un oltrepassamento del Pantano causato dal disagio esistenziale del momento, è realizzata solo se si riesce ad attingere alle risorse, ai talenti che l'individuo ha in sé.

Intendendo come risorsa, quel Pozzo nascosto denso delle nostre infinite possibilità di autodeterminazione, intendendo come talento ciò che è proprio di ognuno di noi e che ci specifica e, specificandoci, ci differenzia.

Soltanto se chi chiede aiuto al consulente filosofico ha voglia di narrarsi, può avvenire l’oltrepassamento, perché come dice Ricouer, nella narrazione di sé si determina una RIFIGURAZIONE che, attraverso il racconto, va a dare ordine ad una realtà e va a ridisegnare ciò che era soltanto immaginazione.



L'immaginazione nella costruzione della metafora permette di arginare la realtà e presentare delle alternative possibili di senso tra cui il soggetto può scegliere. Così facendo, ristrutturando il racconto, ristruttura la sua realtà, ne vede i contorni e colloca se stesso all'interno di questi. È un modo diverso rispetto  alla psicoterapia e alla psicologia  di aiutare chi attraversa un momento difficile, ma apporta al soggetto la consapevolezza di sé e permette di ridefinire il proprio agire lavorando sui propri valori, credenze e visioni del mondo.

Counselor Filosofico   
 
                                                                                
Continuate a seguire
Il giardino delle parole...
 
 
 
                 



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti