IL DIALETTO: NEMICO DELLA LINGUA ITALIANA? - Professionisti online - Città dell'Infanzia

Entra nel sito di cittadellinfanzia
Vai ai contenuti

IL DIALETTO: NEMICO DELLA LINGUA ITALIANA?

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in DIDATTICA E DINTORNI ·
Tags: dialettoscuolaitaliano
Quante volte vi sarà capitato di ascoltare espressioni del tipo: “aspe’, mi sto a mettere la giacca”, e ancora: “aggiustati le scarpe ancora cadi!”, oppure :“se mi senti qualche volta!”. Questo accade perché i genitori abituati a parlare in dialetto cercano di parlare in italiano con i loro figli, commettendo spesso una serie di errori grammaticali difficili poi da sradicare. Tendono, infatti, a italianizzare il dialetto generando confusione nella mente dei figli che non distinguono le strutture dialettali da quelle italiane.

E se a parlare così fossero i nostri alunni? Come dovrebbe comportarsi un docente di fronte ad un bambino che usa espressioni dialettali? Dovrebbe correggerlo o lasciar correre?

È giusto che a scuola si insegnino le regole della lingua italiana, ma ritengo che non si possa dimenticare l’importanza del dialetto che rappresenta l’identità localecon le sue tradizioni storiche e culturali. Inoltre, ci sono situazioni e singolari momenti della vita paesana in cui le parole in lingua italiana non bastano, bisogna usare quelle dialettali che da sole danno colore e calore.

Per affiancare l’insegnamento del vernacolo alla lingua italiana, il docente potrebbe, di tanto in tanto, utilizzalo per spiegare le regole grammaticali.
Proviamo a fare un esempio tra la “e” congiunzione e la “è” verbo (ovviamente nel mio meraviglioso dialetto andriese):
·         “Mareii Ncoul so’ belli”, i è interpretata come una congiunzione;
·         “Ncoul chiù gran d’ Marei”, in questo caso ha valenza di verbo.
Concludo dicendo che resta comunque di fondamentale importanza stimolare i bambini all’apprendimento della lingua italiana affiancando alle normali ore di lezione supporti adeguati. Sarebbero utili letture di libri per bambini e ragazzi, visione di documentari e programmi culturali pensati per loro.

, docente di scuola primaria
                                                                                     
Continuate a seguire "DIDATTICA E DINTORNI". Tra sacro e profano...consigli utili e approfondimenti per scoprire di più su quello che c’è oltre una cattedra...



Torna ai contenuti