Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Se avrai dubbi e cercherai risposte sarai intelligente e LIBERO, quindi VIVO

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in SALUTE E BENESSERE · 24 Aprile 2019
Tags: veritàvitacoraggiomenzogna
Ben ritrovati! Oggi parliamo di qualcosa di davvero importante, qualcosa che richiede senso di responsabilità per essere accettata e compresa. Prima di iniziare, proviamo a ragionare su "che cos'è un'esperienza?". Come ben sappiamo, ogni anima (ogni individuo) sperimenta la realtà circostante attraverso i sensi. Ognuno di noi, tuttavia, vede, sente e percepisce le cose in maniera differente. Per esempio un daltonico (chi ha una percezione alterata dei colori) vedrà il mondo attraverso occhi daltonici, chi è parzialmente sordo percepirà solo alcuni suoni e così via... Premettendo che non esiste, sulla terra, un essere che abbia tutti i sensi perfettamente sviluppati, qual è, dunque, la percezione più veritiera e realistica? Per questo ognuno percepisce la realtà in base alla qualità dei propri sensi.
Ognuno vede le cose da una prospettiva diversa e dato che due persone non possono occupare lo stesso spazio contemporaneamente, la prospettiva non sarà mai la stessa.
Ammesso questo, possiamo andare ancora più in profondità e possiamo porci una fondamentale domanda: che importanza hanno allora i testi sacri e le esperienze raccontate da altri? Bene, queste cose sono importanti come lo è un forno per preparare una focaccia... ma la focaccia non appare magicamente da un forno, occorrono gli ingredienti e l'abilità di chi la prepara. Per cui ciò che noi leggiamo, i consigli dei nostri amici, i messaggi lasciati al mondo da grandi donne e da grandi uomini, ci servono da componente e non da base su cui fondare le nostre esperienze. La base è cosa che spetta a noi costruire e coltivare... di questo dobbiamo assumercene la responsabilità!
Dunque, come possiamo porre delle basi?
Nessun libro, nessun uomo e nessuna donna potranno rispondere a questa domanda, poiché la risposta è celata nella nostra personale e unica percezione.
Gli antichi orientali questo lo avevano già ben compreso e quindi si dedicarono alla "meditazione" che altro non è che un "volgersi internamente superando la barriera dei sensi".



Queste parole per molti potranno non avere senso, ed è giusto così, mentre per altri possono davvero assumere un senso profondo. Gli uomini e le donne sulla terra vogliono contendersi il potere, il denaro e addirittura la "Verità". Ma il bello è proprio questo: la Verità non può essere contesa o posseduta!

La Verità è al sicuro, lontana da chi brama potere, acclamazioni e cose di questo tipo.
L'introspezione è un lavoro personale che non può essere delegato ad altri.

Se vogliamo una bella casa possiamo pagare qualcuno per farcela costruire, ma se vogliamo un fisico atletico, la pace emotiva, la lucidità mentale e la "liberazione spirituale" (la visione della verità)... nessuno può lavorare al posto nostro sotto compenso.
Non basta leggere la Bibbia, il Corano, la Bhagavad gita, la Cabala a tanti altri testi "Ispiranti", occorre anche metterci il proprio e metterci la propria Anima. Questo tipo di lavoro, la crescita, è un duro lavoro che richiede responsabilità, intelligenza, coraggio e tanto altro. Possiamo provare già da ora a porci domande e a cercare risposte nel silenzio o nella natura (in Dio, se vogliamo). Alcuni dicono che i bambini siano puri e spiritualmente più avanzati degli adulti. Questo perché loro non smettono di fare domande e vogliono capire ogni cosa, vogliono che tutto venga spiegato e con la loro curiosità sperimentano il mondo. Mentre gli adulti si limitano ad accettare  verità comode dispensate da autorità certificate, dimenticando il valore delle "Giuste domande".

Proviamo a tornare un po' bambini e ricominciamo a domandare e a cercare dentro di Noi.

Maestro di arti marziali energetiche

                                                                             
Continuate a seguire
Corpo e mente di uniscono per il raggiungimento del benessere...
 



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti