Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Gioco a premi per combattere l’EVASIONE FISCALE: chi vincerà facile?

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI · 23 Luglio 2019
Tags: fiscotasseevasione
Il 1° Gennaio 2020 partirà la lotteria degli scontrini presso tutti gli esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi. Per ogni vendita il cliente dovrà fornire il proprio codice fiscale che dovrà essere trasmesso dall'esercente all'Agenzia delle Entrate per l'assegnazione dei relativi biglietti. Le spese attribuite a ciascun soggetto, ed i relativi biglietti virtuali, saranno consultabili mediante un portale web dedicato.

Si tratta di una procedura ideata con il chiaro intento di incentivare l'utilizzo della moneta elettronica e combattere l'evasione fiscale.

Infatti, l'utilizzo di bancomat, carte di credito, App, bonifici o altri strumenti alternativi al contante, daranno diritto al raddoppio dei biglietti spettanti per l'acquisto effettuato. Di conseguenza, raddoppieranno anche le possibilità per essere estratti. La partecipazione alla lotteria sarà però VIETATA ai minori. Il vero requisito necessario per partecipare alla lotteria sarà, dunque, lo scontrino; quindi, anche una spesa minima di 1 euro darà la possibilità di vincere.


Ci saranno estrazioni mensili con tre diversi premi pari a 10.000, 30.000 e 50.000 euro ed un'estrazione di fine anno che consentirà di aggiudicarsi il super premio di 1 milione di euro... L'amministrazione finanziaria, al fine di realizzare i processi automatici di estrazione a sorte della lotteria, dovrà ricevere tutte le informazioni inerenti alla singola operazione, come: data, importo, modalità di pagamento, codice fiscale. L'estrazione sarà accessibile solo ai contribuenti che saranno residenti sul territorio italiano e che effettueranno acquisti di beni o servizi, non già detraibili (spese mediche) e fuori dall'esercizio di attività di impresa, arte o professione, presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi. Inoltre, trattandosi di un gioco di Stato, come la lotteria Italia, anche l'estrazione a sorte degli scontrini non sarà soggetta al divieto di pubblicità per il gioco d'azzardo. In realtà, non si tratta di un sistema nuovo: esso è stato presentato per la prima volta nel 2016, sulla falsa riga di quello sperimentato in Portogallo ed utilizzato con alterni risultati in Taiwan, Slovacchia e Cina, ma è stato finora sempre rinviato. Vedremo stavolta!

Commercialista e Revisore Contabile

Per saperne di più chiedi al commercialista di "Informative Fiscali"
Per non rimanere impreparati di fronte alle possibilità...
 
 
 
               



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti