Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

E se ti dicessi che TU puoi salvare la NATURA e TE STESSO? Parola di Nonna Gina

Cittadellinfanzia
C'era una volta una bambina di nome Adelaide che amava la natura e che faceva lunghe passeggiate, immersa nel verde dei prati, in compagnia della sua sorellina Iole.
Un giorno, mentre camminavano, arrivarono in una bellissima radura verde a loro finora sconosciuta. Che meraviglia!
Tantissimi fiori dai mille colori, tante farfalle ed api che volteggiavano felici sopra di loro.
Adelaide,che non aveva mai visto nulla di così bello in vita sua,ne rimase incantata e rientrò a casa con la piccola Iole molto contenta.
Raccontò a tutti l'esperienza vissuta attirando la curiosità della gente che si precipitò a vedere quel bellissimo posto. Ma,come si sa, non tutti hanno l’intelligenza di rispettare le bellezze della natura e qualcuno pensò di fermarsi per un picnic in mezzo a quella bellezza e, terminato il pranzo, se ne andò lasciando sul posto cartacce, bottiglie di plastica e tantissimo altro.

Il bellissimo prato ben presto diventò una discarica a cielo aperto.     

L'erba iniziò a diventare gialla, i fiori, soffocati dall'immondizia, morirono giorno dopo giorno e così pure gli insetti, prima numerosi adagiati sulle corolle colorate dei fiori, iniziarono a morire anch’essi.
Adelaide ritornò a distanza di tempo in quel posto incantato  e vide lo scempio fatto alla natura.
Disperata si mise a piangere pensando:“dove è finito il mio bellissimo prato verde?
Ora è tutto distrutto dall'immondizia!”.
Tra le lacrime vide l'ultima Margherita sopravvissuta al grande disastro: il fiore era sbiadito, respirava a fatica e tossiva forte.



La bambina si chinò e chiese :"cosa posso fare per te? È tutta colpa mia, avrei dovuto starmene in silenzio” e mentre lo diceva singhiozzava disperata, la Margherita, con un filo di voce replicò: "per me, cara Adelaide, non puoi fare più nulla, sto molto male!
L'immondizia mi ha tolto il respiro. Tu però mi devi promettere che pulirai questo prato e vedrai che con il tempo tornerà ancora verde. Un giorno quando sarai grande potrai insegnare a tutti il rispetto della natura. Bastano poche azioni corrette e condivise, come gettare l'immondizia negli appositi contenitori e così potrai salvare dall'inquinamento tanti prati verdi.
Questo lo puoi fare tu! Aiuta la natura a sopravvivere”.
E la Margherita , ormai stremata, si piegò su se stessa.
Adelaide pianse disperata, ma si ripromise di ascoltare le parole di fiore Margherita per salvare la natura. Rientrò subito a casa triste ma determinata: prese guanti, sacchi per l'immondizia, un bastone con la punta e tornò velocemente nel prato animata da grande volontà e forza.
Molta gente seguì il suo esempio e dopo poco tempo il prato fu ripulito, ma ci volle molto prima che la natura ritornasse a vivere.
Adelaide sapeva che aveva tenuto fede alla promessa fatta a fiore Margherita.
Equesta promessa non la dimenticherà mai, perchéla Natura è un bene prezioso che tutti devono rispettare e di cui poter godere. Bravissima Adelaide,la natura ha bisogno di bambine come te!

La nonna Gina di tutti e per tutti

Continuate a seguire
Raccontare per emozionare in bilico tra fantasia e realtà...
 
 
 
     
     



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti