Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

È iniziata la SCUOLA. Portate i vostri figli dall’oculista!

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in SALUTE E BENESSERE · 21 Settembre 2019
Tags: oculistavistaprevenzione
La campanella è suonata: quasi 9 milioni di studenti, tra materne ed elementari, sono rientrati in classe e l’anno scolastico è ormai iniziato per tutti! Bisogna partire con i piedi, direi con gli occhi, giusti, perché una buona visione è fondamentale per l’apprendimento e per vederci bene: la maggior parte delle informazioni provenienti dal mondo esterno arriva al cervello attraverso gli occhi, la vista è il passaporto indispensabile anche per iniziare l’avventura scolastica nel migliore dei modi. L'impegno scolastico comporta consumi di energia psicofisica, pertanto, la condizione di buona salute generale costituisce un requisito fondamentale e l'efficienza visiva ne è una componente essenziale. Alcuni studi provano che esiste un rapporto direttamente proporzionale tra il vederci bene e l'andare bene a scuola. Prima di dichiarare che il proprio figlio sia svogliato, sarebbe opportuno indagare sul suo stato di discomfort, sull’uso eccessivo dei devicies e luce blu (da qualche anno sotto accusa per indurre secchezza, astenopia e problematiche di postura) e sui deficit visivi veri e propri come la miopia, l'astigmatismo e l'ipermetropia ed anche l'ambliopia, lo strabismo, la stereopsi. Data l'enorme importanza che la vista riveste nella creazione di relazioni sociali e nel generalestato di salute di un individuo, dovrebbe esser cura dei genitori far controllare la vista ai propri figli prima di iniziare la scuola, invece è incredibile, ma il 70% dei genitori non ritiene le visite oculistiche, ed i controlli del visus optometrico ed ortottico, strettamente necessari e solo il 30% dei bimbi tra i 3/5 anni viene sottoposto a controlli periodici. Numerose sono le iniziative di screening condotte nelle varie regioni del nostro Paese da equipe di oculisti, optometristi, ortottisti ed ottici: esistono molti progetti in Italia che ad ottobre, in occasione del mese della vista,si attivano ed organizzano a favore della prevenzione e proseguono per tutto l'anno scolastico.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che il 35% dei bambini ha problemi di visus.

Lo scopo degli screening e della prevenzione è quello di individuare una disfunzione visiva per la quale è disponibile la possibilità di un trattamento specifico, soprattutto nel caso di ambliopia. L'Ambliopia è insidiosa, diffusa fra 2- 4% della popolazione infantile, risolvibile a condizione che la diagnosi sia la più precoce possibile e che il trattamento sia continuato fino all'età di 10-12 anni. Gli screening vengono effettuati con semplici strumenti e test e giochini poco invasivi, il team esaminatore rilascerà ai genitori il risultato con le relative indicazioni e suggerimenti per un eventuale controllo da prenotare dall’oculista di fiducia della famiglia.


Esistono progetti orientati proprio in questa direzione: Commissione Difesa Vista, per iniziare, elabora statistiche nazionali e da sempre offre corretta informazione sulle buone pratiche di prevenzione; il progetto Amgo dell'Istituto Ciechi ed Ipovedenti  e Federottica, in collaborazione con la Clinica Oculistica, offrono screening con camper attrezzati presso strutture scolastiche o fiere. Non di meno importanza l’impegno di Bimbovisione che prevede incontri-conferenze con genitori ed insegnanti. Bimbovisione è un progetto di grandissima importanza sociale, in quanto strutturato come momento informativo, ove non sono previsti gli screening, ma durante l'incontro vengono affrontate le più importanti tematiche riguardanti la vista,la visione e la postura ed impugnatura della matita. Si propongono esercizi semplici e pratici per sviluppare e migliorare la coordinazione fine della mano e delle dita, in modo da facilitare una corretta impugnatura della penna. Si spiega come aiutare i bambini ad assumere una postura adeguata e quali strategie adottare per raggiungerla. Gli incontri vengono organizzati su richiesta dell'Istituto Scolastico e sono dedicati a genitori ed insegnanti degli alunni che frequentano la scuola dell'infanzia e la scuola primaria.

Ottico-Optometrista specializzato in Dry Eye Digital Syndrome
Team "Bimbi&Tecnologie"

Continua a seguire “Salute e Benessere”.
La salute non può essere un’opzione...
               



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti