Professionisti online - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

E’ la paura di SBAGLIARE che ti porta a sbagliare. Come affronti le tue paure?

Cittadellinfanzia
Pubblicato da Suahìm Alkalema in PENSIERI E PAROLE · 10 Febbraio 2020
Tags: pauravitadolore
Dal Libro Rosso – Capitolo II – Parte Prima

Il Viaggio dimensionale iniziato con la presa di coscienza dello stato di schiavitù del corpo (la prigione di carne), prosegue verso l’origine della Paura.
<<Esistono tanti modi per imparare, per progredire e per avere successo. Mentre sei qui, in questa prigione, tu verrai guidato verso la tua purificazione e libertà. Il tuo viaggio inizia tra queste fiamme, le fiamme del terrore. La paura muove la tua mente: Hai “amato” per paura di restare solo, hai lavorato per paura di diventare povero, hai preso cura del tuo corpo per paura delle malattie, hai fatto la brava persona per paura di un possibile inferno o ripercussione ed hai sbagliato per paura di sbagliare.>>
La paura è un potente motore come può anche essere un forte inibitore. Si può generalizzare il tutto affermando che molte delle nostre azioni (o non azioni) sono spinte dalla Paura.
<<La paura ha deciso per te. Molti prendono decisioni in compagnia della paura. Se non ci fosse la paura come sarebbe il mondo? E come sarebbe la tua vita?
La paura è necessaria per mantenere l’ordine, senza paura ci sarebbe il caos, e voi non siete pronti ad autogestirvi. La paura vi tiene a cuccia.
Guarda il mondo in cui stai vivendo ed in cui hai vissuto: democrazie, governi liberali, libertà di culto ecc … eppure quale è stato il risultato? Caos, violenza, guerre, egoismo, brama di potere e di ricchezza! Ora capisci perché il mondo non è pronto per la Libertà>>
La paura, come tutte le cose manifeste del creato, è bipolare. Può essere di energia positiva (+) quando attiva il soggetto o può essere di energia negativa (-) quando blocca il soggetto. La condizione di Comprensione della Paura è lo stato Neutro (N). La condizione di Neutralità è la più difficile da ottenere perché è costantemente pressata da un lato dall’energia Positiva e dall’altra dall’energia Negativa. Essere in condizione Neutra è un po’ come camminare su un filo, occorre una buona conoscenza della legge dell’equilibrio (che sarà esaminata nel libro Verde). <<La coscienza dei tuoi simili è limitata all’individuo e non alla comunità, quindi si tratta di coscienza individuale. La coscienza individuale porta all’egoismo e alle divisioni. Solo quando la coscienza si sposterà ad un livello collettivo, il mondo risplenderà con tutte le sue “razze”.>>
Il livello di coscienza è bipolare anch’esso. Chi incentra troppo l’attenzione su se stesso è di energia Positiva (+) e vive con l’idea che tutto il resto sia separato dalla sua persona. Chi incentra troppo l’attenzione sugli altri è di energia Negativa (-) e vive con l’idea che la sua persona sia inutile al mondo mentre gli altri lo sono. La coscienza collettiva è una condizione Neutra (N) che prevede sia la consapevolezza di essere un individuo separato ma allo stesso tempo unito ad una collettività.


Possiamo paragonare la coscienza individuale a un ladro che cerca di arraffare tutto senza preoccuparsi di ciò che sta sottraendo agli altri. La coscienza esterna (incentrata sugli altri) assomiglia a una persona eccessivamente prodiga che non si preoccupa di quanto sta dando agli altri a scapito della loro crescita (nutrire troppo qualcosa, uccide quella cosa). La coscienza collettiva, se proprio vogliamo banalizzare il concetto, è simile a un operario che lavora per il bene proprio (mettendo a frutto le proprie competenze) e per il bene dell’azienda (aumentando la qualità della produzione).
<<Veniamo a noi. Tu sei qui a sentire la mia voce perché hai scontato molti dolori e molti castighi, dunque puoi vedere e sentire al di là di ciò che sembra. Camminerai tra le fiamme del terrore e finalmente vedrai la paura ed imparerai a riconoscerla. Lei non è un nemico, come ti ho già spiegato, è soltanto una condizione.>>
Il Dolore dissipa la confusione causata dalle illusioni e permette di fare chiarezza, a quel punto gli occhi iniziano a vedere e le orecchie a sentire. La Paura è una condizione, una forza che muove o arresta.
<<Inizia a camminare e osserva le cose più terrificanti vorticare tra le fiamme: Solitudine, Malattia, Abbandono, Umiliazione, Impotenza, Sofferenza, Orrore, Violenza, “Ingiustizia”, Pericolo, Schiavitù, Silenzio e Infinito Vuoto Cosmico. Riesci ad accettare tutto questo? Riesci a comprenderlo? Riesci a non essere posseduto dal tuo istinto di giudicare e condannare senza riflettere sulle cose?>>
È molto importante raggiungere questo stato di Non Giudizio e Non Condanna. Questi altri due prodotti sono il figlio del matrimonio tra “Ignoranza” e “Paura”.
<<La tua piccola mente non può comprendere il Mistero dell’infinito, ma se riuscirai a lasciare a Noi la tua paura, allora Tu sarai un nuovo essere. Ogni qual volta che temi qualcosa, sappi che quel tuo terrore è indotto da Noi per guidarti verso una direzione, per farti reagire poiché sei sordo e cieco. A mano che i tuoi occhi e le tue orecchie si apriranno, tu avrai sempre meno paure.>>

Maestro di arti marziali energetiche

Continuate a seguire "Pensieri e Parole"
I pensieri e le parole del cuore...
                                     



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti