Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Chi scredita gli altri è un PERDENTE. Giocare sporco porta all’autodistruzione!

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in DIDATTICA E DINTORNI · 5 Dicembre 2019
Tags: autostimacoraggioonestà
Le scalate, per molti, nella vita, sono quelle che si fanno con continui e sleali sorpassi. Si pensa che superando gli altri si possa arrivare in alto. In realtà è superando se stessi che si sale veramente, mettendo a frutto le proprie doti al servizio della comunità e non per il proprio tornaconto.
Riuscire a farlo pone davvero l’individuo su un piano superiore. C’è chi perde tempo a studiare le mosse migliori per scavalcare chi sembra essere in vantaggio, sminuendo così miseramente il proprio valore.



Le cosiddette "scalate", infatti, quelle che umanamente e professionalmente portano a raggiungere la vetta più alta, sono, dunque, quelle fatte non per trarne personale profitto. Questo insegnamento, anche evangelico, è sicuramente alla base di una  buona formazione scolastica, e sportiva, aggiungerei, per restare nel mio ambito lavorativo. I giovani non devono costruire ambizioni vane che a nulla portano, se non alla presunzione di valore di più rispetto a chi si pensa non valga nulla.

Solo la sana voglia di conquiste che si ottengono dopo dure e faticose scalate possono far vincere la gara più importante: quella con se stessi!

Occorre insegnare che per salire, arrampicarsi, scalare, con profitto e successo, non basta avere gambe forti e robuste sin da subito, ma che la tenacia e la voglia di non arrendersi, nonostante le avversità, allenano corpo e animaa diventare in primis consapevoli delle proprie reali capacità che sarebbe meraviglioso mettere a disposizione dell’intera società.

Docente di Educazione Fisica e Insegnante di Danza e Pattinaggio a Rotelle

Continuate a seguire
Tra sacro e profano...consigli utili e approfondimenti
per scoprire di più su quello che c’è oltre una cattedra.



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti