PENSIERI DI NONNI - Professionisti online - Città dell'Infanzia

Entra nel sito di cittadellinfanzia
Vai ai contenuti

Menu principale:

LA STORIA, PIÙ O MENO VERA, DI BABBO NATALE...

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: storiadibabbonataleunastoriasottolalbero


Cari bambini, questa è la vera storia (o quasi) di Babbo Natale.                 
A nord del Circolo Polare Artico, nell'Europa settentrionale esiste una regione: la Lapponia.
In questa terra viveva un simpatico vecchietto...
In una capanna nel bosco, circondata da abeti, vicino ad uno allegro ruscello d’acqua limpida e fresca, viveva Natale che, ogni giorno, si dedicava a coltivare il suo orticello, a curare le sue renne e ad intagliare il legno, vivendo tranquillamente.
Vestiva sempre di rosso, il suo colore preferito.
Era un vecchietto assai buono e generoso, con una lunga barba bianca ed aiutava spesso, senza tirarsi mai indietro, tutti i suoi vicini.
Un giorno pensò che era troppo poco quello che stava facendo e si mise a pensare: voleva trovare un modo per poter dare agli altri qualcosa di più.
Quella sera fece un sogno... Gli apparve un angioletto: era molto bello e grazioso e con una dolce vocina gli spiegò che nel mondo c’erano tanti bambini e che molti di essi erano poveri e non potevano permettersi niente; come tutti gli altri fanciulli del mondo, desideravano dei giocattoli che sicuramente non avrebbero mai ricevuto... Il cuore dell'Angelo era colmo di tristezza e una lacrima gli scese giù lungo il viso. Natale, che era molto sensibile, chiese all'angioletto cosa potesse fare per quei bambini, per ridare loro un pizzico di felicità.
L’angioletto rispose che, se Natale avesse voluto, poteva aiutarli, ma sarebbe dovuto partire caricando sulla sua slitta trainata da renne un sacco pieno di doni da consegnare a ciascun bimbo la notte santa, in occasione della nascita di Gesù.
"Ma dove posso trovare i giocattoli per tutti i bambini del mondo? E come posso farcela a consegnarli tutti in una sola notte e ad entrare nelle case? Ci saranno tutte le porte chiuse!", si chiese Natale.
L'Angioletto gli disse che Gesù Bambino l’avrebbe aiutato a risolvere ogni problema.
Fu così che Gesù Bambino nominò Natale papà di ogni bambino, donandogli il nome di Babbo Natale!
I primi giochi che Babbo Natale regalò furono costruiti con le sue stesse mani: intagliò nel legno bambole, macchinine, pupazzi ed ogni sorta di giocattolo.
Gesù Bambino assegnò a Babbo Natale degli Elfi, piccoli angeli dalla faccia simpatica che lo avrebbero aiutato a costruire i giocattoli, a caricarli sulla slitta e a consegnarli in tempo ogni anno la sera di Natale!
Gesù Bambino fece anche un piccolo miracolo: concesse alla slitta e alle otto renne il dono di poter volare nel cielo.
Babbo Natale da allora entra in ogni casa, calandosi dal camino e riempiendo le calze che ogni  bimbo appende sotto di esso ,come d'usanza e posa gli altri pacchetti più grossi sotto agli alberi di pino adornati a festa con luci ed addobbi vari.
Grazie alla magia dell’amore, poi, a Babbo Natale fu possibile di essere sempre puntuale nella consegna dei tanto attesi doni, facendo felici tutti i bambini del mondo, portando un radioso sorriso sui loro visi e nei loro cuori! Buon Natale a tutti i bambini del mondo...  



Continuate a seguire  Letture e racconti. Raccontare per emozionare...



NATALE IN FATTORIA...

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: favolesottolalberofestaspeciale
Il presepe sotto il grande albero del giardino della nonna era pronto. Stava arrivando il Santo Natale e per celebrarlo tutti gli animali....

ASPETTANDO LUCA...

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: raccontidivitaveratornareasorridere
Non sempre è facile raccontare della propria vita, ma ci sono fatti e momenti che ti aiutano a farlo... Oggi è una giornata diversa dalle altre per tanti motivi....

ALLA RICERCA DI GATTA BIANCA...

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: avventuraalietofineraccontiperlinfanzia
“Dov’è gatta Bianca?”. Iole era preoccupata. Gatta Bianca, la sua micina stava ingrassando e si comportava in modo strano.....

NON UNA, MA TANTE... SFOGLIANDO IL LIBRO DEI RICORDI - Parte seconda

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: raccontandolavitaunsaltonelpassato
La mia sesta casa, nel comune di Copertino, in provincia di Lecce. Come al solito, l'appartamento era in caserma, non era un granché....

ANGELINA E IL FULMINE

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: favoleperbambiniraccontidalpassato
Molti anni fa, Angelina con tutta la sua famiglia viveva in un paese di nome Stigliano, in provincia di Matera .Per il lavoro del suo papà viveva in una caserma che, dopo un po’......

”NON UNA, MA TANTE...”: SFOGLIANDO IL LIBRO DEI RICORDI - Parte prima

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: paginedivitaraccontandounastoria
La mia prima casa, mi dicono, è stata la clinica del prof. Pallotta a Bentivoglio, dove io sono nata il 18 marzo di un anno, che ora non rammento.

”NONNI RAP”: RITMO D’AMORE

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: filastroccadeinonnifestadeinonni
I nonni non sono più quelli di una volta, giocano con noi, sanno fare la giravolta, nonni rap con il sorriso pronto e un abbraccio a tutto tondo...

ANGELINA E LO STAGNO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: unestatespecialeraccontidinonnagina
Come tutte le estati Angelina, finita la scuola, insieme ai suoi fratelli, lasciava la caserma dei carabinieri dove abitava e si trasferiva in campagna....

LE MARACHELLE DI LUIGINA

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: iraccontidinonnaginafiabeperbambinifavoledellabuonanotte
Luigina era cresciuta, non era più una bambina ribelle, ma era diventata una bella signorina di 15 anni, molto carina con biondi capelli

LUIGINA E LA COLLANA

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: favolepertuttifiabeintelligenti
Una mattina, di buon’ora, la signora Salerno invitò la mamma di Luigina a prendere il consueto the da lei, forse un po’ per solitudine, ma anche perché aveva una grossa sorpresa da mostrarle.

UN SALTO NEL PASSATO. I RICORDI DI LUIGINA

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: lanonnaraccontalibriefumetti
Tutto è cominciato con i fumetti. ‘Topolino’ arrivava puntuale nella nostra cassetta postale ogni mercoledì, grazie all’abbonamento fatto dai nostri genitori....

SOGNARE L’ESTATE

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in PENSIERI DI NONNI ·
Tags: sullarivadellafantasiaraccontidestate
Era brutto tempo, il cielo era scuro, pioveva. Aida si mise a sognare in classe, invece di fare il compito di italiano.
APS Città dell'Infanzia C.F. 92072340729
Torna ai contenuti | Torna al menu