INFORMATIVE FISCALI E LEGALI - Professionisti online - Città dell'Infanzia

Entra nel sito di cittadellinfanzia
Vai ai contenuti

Menu principale:

REI - REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE. CONTRASTO ALLA POVERTÀ

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: reicontrastoallapovertà


Il REI (Reddito di inclusione sociale)  è il nuovo sussidio universale nazionale contro la povertà delle famiglie che risiedono in Italia. Potranno riceverlo, oltre i cittadini italiani e comunitari, anche i cittadini stranieri con permesso di soggiorno e i titolari di protezione internazionale (ad esempio asilo politico) residenti in Italia da più di due anni. Andrà a sostituire il Sostegno all'inclusione attiva e l'assegno di disoccupazione ASDI. Diventerà così lo strumento unico nazionale di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale. Il reddito di inclusione è compatibile con lo svolgimento di un’attività lavorativa, ma non spetta quando un qualsiasi componente del nucleo familiare fruisce della NASPI, o di altro ammortizzatore sociale per la disoccupazione involontaria e/o se, nei due anni precedenti la domanda, hanno acquistato un'auto, moto o barche.   
Partirà dal 1° gennaio 2018 e sarà composto di due parti.
- Un assegno mensile, che avrà un importo variabile dai 187,50 euro ai 485,41 euro, cambierà secondo le dimensioni del nucleo familiare e altre variabili.
- Un progetto personalizzato di reinserimento sociale e lavorativo.
L'assegno verrà erogato per 18 mesi. E' rinnovabile, ma tra la conclusione e l'inizio del REI successivo dovranno passare almeno 6 mesi.                             
Potranno accedere al REI le famiglie con:
valore ISEE non superiore ai 6mila euro;
indice della situazione reddituale ISRE non superiore ai 3mila euro;
patrimonio immobiliare, esclusa la prima casa, non superiore ai 20mila euro;
un patrimonio mobiliare non superiore a 10mila euro. Per il patrimonio immobiliare la soglia si riduce a 6mila euro per i nuclei familiari composti da una persona e a 8mila euro per i nuclei composti da due persone.
La seconda componente del Rei è il progetto personalizzato per l'integrazione sociale e lavorativa. Il progetto ha lo scopo di portare la famiglia a superare la situazione di difficoltà. Il progetto non riguarda solo la situazione lavorativa in senso stretto, ma può anche riguardare la ricerca di una casa, la somministrazione di cure mediche e l'educazione dei figli. Del progetto si occuperanno i comuni, che lo definiranno considerando la situazione complessiva della famiglia. E ne monitoreranno il rispetto da parte dei destinatari. Esso dovrà essere sottoscritto dalla famiglia entro 20 giorni dalla consegna e, se non fosse accettato, il REI potrebbe essere negato. Nella erogazione del reddito di inclusione sociale verrà data la precedenza alle famiglie con figli minorenni o disabili, donne in gravidanza e disoccupati con età superiore ai 55 anni. Il sussidio sarà caricato sulla Carta Rei, una normale carta di pagamento elettronica, che sostituirà la Carta Acquisti. Metà dell'assegno potrà essere prelevato in forma di contante e l'altra metà speso in supermercati, farmacie e negozi convenzionati, o per pagare le bollette. Sarà possibile richiedere il reddito di inclusione sociale dal 1° dicembre 2017 presso i "punti di accesso" che verranno organizzati dai Comuni. Il Comune invierà poi la domanda all'Inps entro 10 giorni, dopo aver verificato i requisiti economici, quelli di cittadinanza e quelli di residenza. L'Inps dovrà rispondere entro 5 giorni dal ricevimento della documentazione. Se approvato, l'assegno REI verrà erogato a partire dal mese successivo a quello di approvazione della domanda. Secondo le stime del ministero, il Reddito di inclusione sociale potrà raggiungere 500mila famiglie. E cioè circa 1,8 milioni di persone, di cui 700 mila sono minori.


  - Commercialista

Per saperne di più chiedi al commercialista di "Informative Fiscali"
Per non rimanere impreparati di fronte alle possibilità...



ASFISSIA FISCALE. COMUNICAZIONI LIQUIDAZIONI IVA PERIODICHE E CONSEGUENZE

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: obblighitributariliquidazioniperiodichedelliva
Qualche mese fa avevamo chiamato provocatoriamente "Botti di Capodanno" un articolo in cui elencavamo alcune nuove norme fiscali previsti dalla Finanziaria ....

MORATORIA BANCARIA. COME SOSPENDERE IL MUTUO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: sospensionedelmutuocrisifinanziaria
Già a partire da alcuni anni, e fino al 31 dicembre 2017 salvo proroghe, è possibile per le piccole e medie imprese operanti in qualsiasi settore

“NUOVI VOUCHER” E LAVORO OCCASIONALE: ISTRUZIONI PER L’USO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: lavorooccasionalelibrettodifamiglia
Da lunedì 10 luglio 2017, famiglie, professionisti e imprese possono utilizzare i "nuovi voucher" per pagare le prestazioni di lavoro occasionale...

CONTRIBUTI ASILI NIDO E SUPPORTO DOMICILIARE

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: voucherasilinidocontributiperlefamiglie
Nell'ambito degli interventi normativi volti a sostenere i redditi delle famiglie è stato predisposto un contributo economico a sostegno della genitorialità.

VOUCHER BABY SITTING E SERVIZI PER L’INFANZIA

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: voucherbabysittingcongedoparentale
...possibilità per la madre lavoratrice di richiedere, al termine del congedo di maternità ed entro gli 11 mesi successivi, in alternativa al congedo parentale, voucher per l'acquisto di servizi di baby sitting

SOCIAL CARD

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: sostegnoinclusioneservizisocialicomunali
A decorrere dal 1º maggio 2017 è attiva la nuova normativa relativa al Sostegno per l'inclusione Attiva (SIA) su tutto il territorio nazionale.

BONUS MAMMA: ISTRUZIONI PER L’USO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: comeottenereilbonusmammaincentiviperlenascite
A decorrere dal 1º gennaio 2017 è riconosciuto un premio alla nascita o all'adozione di minore dell'importo di 800 euro.

SCREDITARE L’ALTRO GENITORE DAVANTI AL PROPRIO FIGLIO

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: rapportogenitorifigliaffidamentoesclusivo
In tema di affidamento condiviso occorre ricordare che ‘‘l’affidamento esclusivo dei figli ad uno dei genitori doveva considerarsi come una eccezione alla regola dell’affidamento condiviso...

CONTRIBUTI IRPEF 2, 5 E 8 PER MILLE

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: requisiticinquepermilleduepermillepresentazionedichiarazionedeiredditi
Come tutti gli anni, con la presentazione della dichiarazione dei redditi, possiamo decidere a quali confessioni religiose, Onlus, ODV o partiti politici, destinare i nostri 8, 5 e 2 per mille dell'IRPEF netta dovuta

PUNIZIONI CORPORALI MENO GRAVI? SOLO SE LA CULTURA DEI GENITORI LE CONSENTE!

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: illecitimetodieducativimaltrattamentifamiliari
Due genitori sono stati dichiarati responsabili, in concorso tra loro, del reato di maltrattamenti familiari di cui all’art. 572 c.p. commesso ..

BONUS GAS 2017

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: condizioninecessarieperottenerebonusbonusgasfamiglie
Il BONUS GAS è uno sconto sulla bolletta, introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas...

MAESTRI VIOLENTI? SCATTA IL REATO PIÚ GRAVE DI “MALTRATTAMENTO IN FAMIGLIA”

Città dell'Infanzia
Pubblicato da in INFORMATIVE FISCALI E LEGALI ·
Tags: abusomezzicorrezioneabusosuiminori
Un’ insegnante di scuola materna veniva condannata per gli “atti di sopraffazione, anche violenti, posti in essere nei confronti dei piccoli affidatile”
APS Città dell'Infanzia C.F. 92072340729
Torna ai contenuti | Torna al menu