Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

Mille follower e ZERO amici. L’amicizia virtuale che nasconde la MORTE SOCIALE

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in DIDATTICA E DINTORNI · 21 Marzo 2019
Tags: socialisolamentohikikomori
L’avvento e l'abuso dei social paradossalmente rischia di rendere il ragazzoasociale, illudendolo di avere tantissimi amici che, però, altro non sono che grucce di un armadio. Grucce che neanche abiti sono in grado di sorreggere. Grucce e basta! È statisticamente dimostrato che un individuo può tessere concrete relazioni con un limitato numero di altri individui e che le conoscenze, invece, quelle vaghe e non di normale frequentazione, non vanno oltre le cento unità. Non si contano, invece, le amicizie che giovani senza un sostegno educativo all’uso corretto di tablet, telefonini e computer vantano a se stessi ed ai coetanei, fieri di avere un elenco ricco di follower, di seguaci che regalano like senza valore.

Ma quali amicizie! Non è l’amicizia quel vincolo concreto che si basa sulla reciproca stima ed affetto, sentimenti fondati sulla reciproca conoscenza e frequentazione?
Sentimenti che fanno dell'amico un punto di riferimento, reale, e non virtuale, di confronto e scambio umano?

Ormai solo grucce senz’anima da collezionare in un armadio enorme, ma del tutto inutile. Tessere rapporti veri e relazionarsi con veri amici è ormai solo di quei pochi saggi sfuggiti alla rete e trappola dell’apparente condivisione.


E il mondo non sa più come uscirne.
Solo la formazione da parte di insegnanti ed educatori competenti potrebbe salvare almeno le nuove generazioni che, navigando allo sbaraglio, impigliano facilmente e pericolosamente le loro menti e cuori in false verità, di solo apparenti realtà ed amici senza identità.

Docente di Educazione Fisica e
Insegnante di danza e pattinaggio a rotelle

Continuate a seguire
Tra sacro e profano...consigli utili e approfondimenti
per scoprire di più su quello che c’è oltre una cattedra.
 
 
                     



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti