Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

"SUO FIGLIO NON STA MAI FERMO E RENDE LA LEZIONE IMPOSSIBILE!". E se non fosse solo "vizio"?

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in APPRENDIMENTO · 10 Dicembre 2018
Tags: adhdiperattivitàdisturboapprendimento
Il Disturbo di Attenzione e Iperattività,  o ADHD (Attention Deficit HyperactivityDisorder) non è un problema che si risolve con il tempo, anzi, se non viene adeguatamente curato con terapie specifiche, si può intensificare e persistere nell’età adulta. Il trattamento dei soggetti con ADHD è di tipo multimodale, cioè coinvolge famiglia, scuola e bambino stesso. Gli interventi psico-sociali sono molto importanti e il ruolo del logopedista è essenziale nella cura dei disturbi della comunicazione ad esso associati.                  
In questo articolo parleremo esclusivamente delle caratteristiche principali dell’ADHD che potremmo così sintetizzare:
 
    • iperattività: il bambino mostra continua agitazione ed eccessivo livello di attività motoria e vocale, spesso non finalizzate ad uno scopo. Durante le ore di scuola non riesce mai a stare al proprio posto, litiga con i compagni e molto spesso ciò lo porta a essere allontanato dagli altri;
    • disattenzione: difficoltà rispetto ai coetanei nel mantenere la concentrazione su uno stesso compito per un periodo di tempo prolungato. Questo disturbo si presenta sia a scuola che nei rapporti sociali e nelle situazioni ludiche. A scuola i bambini sono disordinati e si distraggono molto facilmente, non riuscendo a portare a termine i compiti, incarichi o giochi, dimenticando lo scopo di ciò che avevano iniziato a fare. Le maggiori difficoltà di apprendimento sono nelle aree verbali, specialmente nella lettura.



    • impulsività: consiste in un’incapacità nell'inibire un comportamento inappropriato. I bambini impulsivi interrompono gli altri mentre stanno parlando rispondono alle domande molto velocemente senza curare le risposte, non riescono ad attendere il proprio turno nella conversazione e in tutte le attività, anche quelle ludiche. Spesso svolgono azioni pericolose senza considerare le conseguenze, caratteristica che permane anche nel soggetto adulto. Seppure lo sport sia un ambito in cui ci sono buoni risultati il comportamento rimane impulsivo e si presentano difficoltà di coordinazione.


Chiedi alla Logopedista... per comprendere oltre le parole

               



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti