Diritti umani - Cittadellinfanzia

Vai ai contenuti

“A VOLTE BASTA UN COMPLICE E TUTTO È PIÙ SEMPLICE!” I BENEFICI PSICOLOGICI DI VIVERE CON UN AMICO A QUATTRO ZAMPE.

Cittadellinfanzia
Pubblicato da in PSICOLOGIA ·
Tags: animalicompagniabenesserebenefici
“Signora può entrare, disse l’anestesista”. Guardai il mio cane e dissi “forza, andiamo!”, con tono coraggioso, anche se dentro di me morivo dalla paura: era arrivato il momento in cui Dark, il mio cane di 7 anni, doveva operarsi per un tumore alla zampa. Entrammo in sala operatoria, l’anestesista iniziò ad infilare l’ago mentre io pronunciavo sottovoce le ultime parole per tranquillizzarlo prima che si addormentasse completamente. Giunse, così, per me il momento di uscire dalla sala operatoria: dovevano operare il mio grande amico … Uscii, anche se non avevo per niente voglia di farlo: “è in buone mani!” pensai, mi accomodai nella sala d’attesa e, dopo poco, i ricordi iniziarono a farmi compagnia.

Sorrisi pensando al giorno in cui incontrai per la prima volta il mio fedelissimo amico, consapevole sin da subito che da quel momento in poi la mia vita avrebbe assunto un colore differente, unico, speciale ... indimenticabile … e che sarebbe diventata una meravigliosa avventura!

I primi mesi non furono di certo facili, il mio cucciolo doveva imparare a vivere da animale domestico, ad avere delle regole da rispettare e questa era una gran bella sfida!               
Credo che da allora io abbia pian piano imparato ad accudire un essere vivente, ma sono sicura che, allo stesso tempo, anche lui, a suo modo, si sia preso cura di me sostenendomi con la sua costante presenza e con il suo sguardo dolce. Ripensai agli indimenticabili momenti vissuti insieme: con i suoi comportamenti buffi era in grado di farmi ridere come nessun altro, quante nuove amicizie erano nate passeggiando per la città con lui, quante giornate avevamo vissuto immersi nella natura! Accanto a lui avevo scoperto quanta serenità ci fosse nell’ascoltare il cinguettio degli uccelli tra gli alberi, o il rumore delle onde del mare.

Iniziai a pensare in quanti momenti difficili mi era stato accanto: delusioni di amici e amori, sconfitte e frustrazioni, alleggerendo i problemi che affrontavo, sicura di possedere il dono prezioso di un complice … Mi resi conto di quanto fossi stata fortunata a condividere una parte della mia vita con lui,  vita che da 7 anni si era colorata di tinte sgargianti e pregne di allegria …
“Signora, è sveglio, può entrare!”, mi alzai di scatto e rividi il mio cane, un po’ provato dall’operazione, ma la coda iperattiva mi comunicava la sua felicità nel rivedermi. “Bentornato amico mio, continuiamo la nostra fantastica avventura!”.”
Questa testimonianza mette in luce quanta importanza può assumere il rapporto con il proprio amico a quattro zampe. E’ un legame che vede i protagonisti vivere una parte di vita insieme “nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia”. Sì, perché un cane condivide con il padrone molti anni, vivendo in media 10-15 anni.

Vivere con un cane migliora davvero la vita?

La risposta è decisamente affermativa, vediamo quali sono nello specifico i benefici psico-fisici di vivere con un animale a quattro zampe.
·         Un cane combatte lo stress e allevia la solitudine.
·         Avere un cane permette di essere più attivi e più socievoli, grazie alle passeggiate in sua compagnia è possibile stringere nuove amicizie con i padroni di altri cani e quindi allargare la propria cerchia amicale, molto meglio di un social network!
·         Un cane aumenta l’autostima e rende più estroversi.
·         Vivere con un cane rende di buon umore, è ampiamente dimostrato che il semplice contatto oculare con il proprio pet rilascia nel corpo ossitocina, ormone del benessere e della felicità.
·         Avere il privilegio di vivere accanto ad un cane non comporta solo benessere a livello psicologico ma anche fisico.
·         Avere un cane allunga la vita, diversi studi dimostrano che la presenza di un cane accanto riduce il rischio di mortalità e di soffrire di malattie cardiovascolari, riduce la probabilità di avere attacchi di cuore, normalizzando la pressione sanguigna.
·         Prendersi cura di un cane aiuta a mantenere una forma fisica ottimale, un cane ha bisogno di passeggiare 2 o 3 volte al giorno per almeno 30 minuti, una vera e propria palestra per il loro amico a due zampe.
Non ci sono dubbi, vivere con un cane ci rende più felici e più in salute!

Fonti bibliografiche:- “Friends With Benefits: On the Positive Consequences of Pet Ownership”, Allen R. Mc Connell, Christina M. Brown, Tonya M. Shoda, Laura E. Stayton, and Colleen E. Martin. Journal of Personality and Social Psychology.2011.- American Heart Association, rivista “Circulation”, 2014.                                                         

, Psicologa, specializzanda in Psicoterapia Cognitiva                                                                                                  
Chiedi alla psicologa di "Psicologia" per approfondimenti e/o suggerimenti
 
 
 
       
 
 
                   



Editore: APS Città dell'Infanzia C.F.92072340729
© Copyright 2014-2019
Città dell'Infanzia
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Torna ai contenuti