Articoli di Redazione | Attualità - Cittadellinfanzia.it

Vai ai contenuti

La pet-therapy diventa "didattica a distanza delle emozioni"

Cittadellinfanzia.it
Pubblicato da Redazione in PARLIAMO DI... · 14 Maggio 2020
Tags: petherapypetanimali
Può l’amore a la forza propulsiva  di un animale riuscire a valicare i confini “tattili” e giungere al cuore attraverso una “didattica a distanza”? Bene, un gruppo di operatori di terapia assistita con i pet, ha pensato fosse possibile. Certo, i dubbi sono stati tanti. La pet-therapy è fondata, principalmente, sulla percezione “tattile” che, attraverso esercizi di cinestesia e prossemica permette di generare un circuito virtuoso di emozioni-reazioni che stimola in modo entusiasmante crescita, conoscenza e sviluppo.  A piccoli passi, in punta di piedi, i primi incontri attraverso “il monitor” sono stati coadiuvati da tutte le figure professionali, tra cui psicologi, per comprendere appieno le dinamiche connesse ad una nuova modalità di “trasmissione delle emozioni”. Ebbene, in modo sorprendente, l’esperienza ha decretato indiscutibile successo. “L’’INTERAZIONE, anche se virtuale, c’è ECCOME” – precisa la , Presidente Centro Orme e membro dell’equipe di pet-therapy di Città dell’Infanzia – “ i bambini si sentono confermati nella gioia mostrata dall’animale nel rivederli anche solo attraverso uno schermo. L’autostima del bambino cresce nel vedere correre allo schermo l’animale dopo il richiamo del suo nome. Gli utenti stessi ci hanno fornito modalità di interazione nuove: il coadiutore del cane in collegamento è diventato un “braccio” reale per le intenzioni di gioco del bambino: “Fagli una carezza da parte mia!” o ancora “Scelgo io il colore della palla da lanciargli da parte mia!”.



Numerosi i messaggi di stupore dei genitori: “State continuando a lavorare per far superare la paura dei cani a mio figlio” “Quando è collegato con voi riesce a stare più tempo attento” o ancora “Mia figlia aspetta con ansia il prossimo collegamento per la nuova seduta!”. L’equipe di pet-therapy, che include anche la e la , tiene a precisare che una pratica seria di natura terapeutica può essere condotta, solo ed esclusivamente, da personale qualificato e certificato. L’improvvisazione solo “in possesso di un animale” non può definirsi terapia.

Il tumulto di emozioni scaturite in “pixel” ci dà la conferma che anima e pensiero possono davvero varcare i confini del possibile e che le nostre percezioni sensoriali sono le uniche capaci di intessere parole senza pronunciarle.

L’esperienza di amore incondizionato porta questa straordinaria squadra a implementare un nuovo modo di “percepire e ascoltare”. Dall’isolamento, a causa del covid-19, è nata un'opportunità inaspettata. Il progetto si apre, così, a tutta l’Italia. I nostri “pet-doctor”....capitanati dalla incredibile Baby Girl, sono pronti a regalare sorrisi e coccole al di là delle distanze. Gli utenti si potranno quindi collegare da qualsiasi parte di Italia, dalle proprie abitazioni ed inizieranno un viaggio meraviglioso!
 
Un'importante finestra terapeutica, quindi, in quelle regioni o città in cui non ci sono Centri specializzati in Pet Therapy.
 
E’ la conferma, indiscussa, che le parole possono trovare alito di vita lì dove i rintocchi del cuore sono pronti a coglierle. Diamo il via ad una nuova esperienza sensoriale e valoriale che sfidi i confini del tempo e dello spazio!

#Sorridiepasserà


Per gli articoli di redazione ---->
Per le rubriche specifiche ------>



Editore: APS Città dell'Infanzia
info@cittadellinfanzia.it Tel. 3927319726
© Copyright 2014-2019
C.F. 92072340729
Città dell'Infanzia
Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Trani
Numero Registro Stampa 221/2019 del 1/02/2019
Direttore Responsabile: Serena Gisotti
Tel. +39 392 731 9726
Torna ai contenuti